Speed MI Up, aperto il nuovo bando per entrare nell’acceleratore

I criteri di selezione saranno la qualità del gruppo imprenditoriale, la solidità dell’idea di business, la sua scalabilità e le potenziali ricadute in termini occupazionali. Iscrizioni entro il 26 novembre

Un viaggio della durata di due anni – destinazione: mercato. Si è aperto il 15 ottobre, per chiudere il 26 novembre, il bando di selezione di aspiranti e neo imprenditori per l’ammissione all’incubatore Speed MI Up di Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano. Saranno scelte un massimo di 15 imprese che potranno passare presso le sedi di Speed MI Up un periodo di accompagnamento al mercato e formazione che può durare fino a due anni.

Le imprese che supereranno la selezione entreranno in Speed MI Up il 4 gennaio. Potranno così accedere a numerosi servizi a valore aggiunto: formazione e tutoraggio da parte dei docenti Bocconi e di Formaper, iniziative di networking one-to-one e collettive per incontrare gli investitori, nonché postazioni di lavoro e di rappresentanza. A differenza di altri incubatori, Speed MI Up non entra nel capitale della startup preservandone nel tempo il valore e la libertà imprenditoriale. Alcuni servizi sono offerti dai partner di Speed MI Up come PwC (consulenza su temi fiscali e legali), Armando Testa (comunicazione e media planning), Aruba (cloud computing), Innovhub (servizi per l’innovazione), SiamoSoci (piattaforma che agevola l’apporto di risorse verso l’imprenditoria innovativa).

Speed-MI-Up

La selezione avverrà in base a un elevator pitch (in formato video di massimo 3 minuti), un business plan, il cv dei partecipanti e un eventuale colloquio. Online, nel sito di Speed MI Up, sono disponibili un videocorso di 12 ore su come elaborare un business plan e le istruzioni per la realizzazione del video.

La selezione è aperta ad aspiranti imprenditori (almeno un componente del gruppo imprenditoriale deve essere in possesso di una laurea) o a micro, piccole e medie imprese registrate da meno di 20 mesi. I criteri di selezione saranno la qualità del gruppo imprenditoriale, la solidità dell’idea di business, la sua scalabilità e le potenziali ricadute in termini occupazionali.

Speed MI Up ospita ad oggi 25 startup nelle due sedi di via Gobbi, all’interno del campus Bocconi, e di via Achille Papa, all’interno del World Join Center. Avviato nel 2013, l’incubatore vanta già alcune storie di successo come Cercaofficina.it (ricerca preventivi online per riparazioni auto), D1 Milano (orologeria), One Tray (vassoi portaoggetti sponsorizzati per i check di sicurezza in aeroporto) o Quattrocento (ecommerce di occhiali prodotti nel bellunese).

Per consultare il bando completo cliccare qui.

Amazon dona una biblioteca ibrida ad Amatrice

Inaugurata in sei moduli container nel cuore della città rasa al suolo dal terremoto una sala per la lettura di ebook sui Kindle e per l’ascolto di audiolibri sui tablet Audible, senza dimenticare i volumi cartacei

La dieta più semplice del mondo si fa con quattro pugni di cibo nel piatto

La dietologa olandese Suzy Wegel ha provato su se stessa un regime alimentare che consiste nel mangiare sempre piatti equilibrati con una porzione di carboidrati, una di proteine, due di verdure e un cucchiaio di grasso. I risultati non tarderanno ad arrivare