Drexcode, noleggio di abiti di alta moda, chiude un round da 556K

L’operazione completa l’investimento annunciato nel dicembre 2014 e porta il totale raccolto dalla società a un milione di euro.

Drexcode, la web boutique che offre a noleggio abiti e accessori delle ultime collezioni dell’alta moda ha chiuso un round da 556 mila euro. L’operazione completa l’investimento annunciato nel dicembre 2014 e porta il totale raccolto dalla società a un milione di euro.

drexcode

Il resto della cifra è stato stanziato come segue: 180 mila euro provengono da Innogest, 180 mila euro dalla finanziaria regionale ligure LigurCapital e, 126 mila da Fashion 22, il veicolo del gruppo di business angel Italian Angels for Growth.

«Nel 2014 il settore moda in Italia è cresciuto del 2,7%, fatturando complessivamente 52 miliardi di Euro e nel 2015 è previsto un ulteriore incremento del 3,8%» – dice il CEO di LVenture Group Luigi Capello.

«Allo stesso tempo le startup nel fashion stanno raggiungendo risultati interessanti sulla scena internazionale ed è proprio in questo settore che opera YOOX, l’unico unicorn italiano. Per questo siamo particolarmente soddisfatti di aver investito in Drexcode, che non ha competitor significativi in Italia e offre un servizio a prezzi competitivi e con grande potenziale».

Drexcode, che è entrata a far parte del portfolio di LVenture Group nel 2014.  Fondata nel maggio 2014 da Federica Storace e Valeria Cambrea, imprenditrici con alle spalle una più che decennale esperienza nel campo del marketing, Drexcode è una luxury web boutique che fornisce un servizio a noleggio di abiti femminili di alta gamma pensati per occasioni speciali. Nell’epoca della sharing economy, Drexcode si propone come un business innovativo in grado di garantire ai suoi iscritti una fashion experience sempre diversa a costi competitivi.

«Drexcode vuole risolvere il problema del “cosa mi metto?” – dice Federica Storace co-fondatrice e CEO di Drexcode — dando la possibilità di scegliere tra i look firmati più esclusivi della stagione. È una soluzione estremamente smart amata da donne evolute, al passo con i tempi, che amano la moda e non vogliono rinunciare ad indossare le ultime tendenze. Mai più, quindi, abiti indossati una sola volta e lasciati inutilizzati nell’armadio, ma capi couture sempre nuovi per brillare ad ogni occasione speciale».

«Per i brand che abbiamo in portafoglio — ha aggiunto Valeria Cambrea co-founder responsabile commerciale — Drexcode rappresenta una grande opportunità per conquistare il pubblico femminile che, grazie alla formula del noleggio, sceglie di indossare nuove firme di cui molto spesso si innamora diventandone cliente».

 

Ti potrebbe interessare anche

Accordo Italian Angels for Growth e LVenture per far crescere le startup

L’Angel Group italiano e la holding di partecipazioni quotata in Borsa Italiana annunciano un accordo per sostenere lo sviluppo di startup ad alto potenziale di crescita che fanno parte dell’acceleratore Luiss EnLabs

Colpo nel fashion! Un milione a Drexcode per volare in Europa

I soci di Italian Angel for Growth investono un milione nel lusso a domicilio della startup genovese. Per le due founders sarà la spinta per crescere nel mercato estero grazie alla sua offerta di lusso a noleggio

La startup dei vestiti di lusso Drexcode raccoglie 1 milione

LVenture Group, Innogest, LigurCapital e alcuni soci di Italian Angels for Growth investono nella piattaforma online di noleggio

Così Airbnb ha smesso di essere il volto simpatico della sharing economy

Dopo un inizio a sostegno del ceto medio in cerca di redditi integrativi, la piattaforma di hosting online si è trasformata nella quarta società tech al mondo: molti oppositori e diverse controversie legali per un business pronto a quotarsi in borsa

Un fondo per Eternity Wall, la startup blockchain italiana che potrebbe rottamare i notai

Tutto era iniziato da un esperimento: sfruttare una parte dell’algoritmo bitcoin per inserire durante la transazione un messaggio testuale a piacere. Ora Eternity Wall inizia a crescere, e dopo il seed da 100K svilupperà un prototipo di notarizzazione per Banca Intesa

Robot4Children, gli amici robot per i bimbi autistici: ancora in attesa di finanziamenti

Il progetto ha vinto lo “Start Cup Puglia” ma il team che l’ha realizzato è ancora fermo a causa della burocrazia. Eppure i robot potrebbero aiutare molti bambini con difficoltà di apprendimento

Il rino-robot per proteggere i rinoceronti dal bracconaggio. Ramakera

Ramakera è un robot con le sembianze di un rinoceronte, in grado di monitorare e proteggere il gruppo di animali in cui si trova. Una possibile misura contro il bracconaggio che, a causa dei corni, sta spingendo questo animale verso una rapida estinzione.