Chi sono e cosa hanno fatto i giudici che valuteranno le startup all’Open Summit 2015

50 profili dei 50 giudici che valuteranno le startup finaliste all’Open Summit 2015 il 14 dicembre a Milano. Chi sono e cosa hanno fatto per le startup

Manca poco all’Open Summit 2015 di Startupitalia. Il 14 dicembre, al Palazzo del Ghiaccio di Milano, presenteremo le 100 startup che abbiamo selezionato in questi mesi e, tra queste, premieremo le 10 migliori. Tra la presentazione e la premiazione, poi, ci saranno 12 workshop gratuiti e aperti a tutti (per tutte le info sull’Open Summit 2015 leggete qui). A valutare i progetti e a scegliere il miglior startupper italiano, una giuria di oltre 50 giudici, tutti appartenenti al mondo delle startup. Ecco chi sono. Qui intanto i biglietti gratuiti per l’evento. 

giudici open summit

H-Farm, Google, Ford.

1. Antonio Campati. Università Sacro Cuore. Antonio Campati, PhD in Istituzioni e Politiche. E’ project assistant presso ILAB, il Centro per l’innovazione e lo sviluppo delle attività didattiche e tecnologiche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dove sta curando la realizzazione di ConLab, Contamination Lab e spazio di coworking dedicato allo sviluppo di start up. Ha svolto attività di tutorato in corsi e seminari di natura interdisciplinare, come quelli del progetto Jump-Start. Avviare i giovani verso percorsi di autoimprenditorialità, promosso dall’Università Cattolica, con il sostegno di Regione Lombardia e del Fondo sociale europeo.

2. Fabio Bancalà. Equinvest. Laureato in economia all’ Università La Sapienza di Roma, è CEO di Equinvest, la prima società di venture capital al mondo che ruota attorno all’industria del crowdfunding, e advisor di Fondo Equinvest. Nel 2013 ha fondato la prima società di crowdfunding, con sede a San Francisco, per gli studenti americani. Bancalà è anche strategic partner per il mercato italiano della Quorumm Digital Venture Partners, società di venture capital con sede a Washington che ha 500 milioni di dollari in gestione. È anche membro della Digital Venture Capital Association, l’associazione di venture capital con membri da 44 paesi.

3. Federico Barilli. Italia Startup. Segretario generale di Italia Startup, ha iniziato la sua carriera in alcune agenzie internazionali di relazioni pubbliche, dedicando poi gran parte della sua attività lavorativa allo sviluppo, in Confindustria, di organizzazioni no profit che rappresentano contesti industriali settoriali, soprattutto in ambito ICT.

4. Enrico Bellini. Google Italy. Senior analyst nel team di Public Policy & Government Relations di Google Italy. Prima di Google, si è occupato di public affairs e comunicazione in alcune tra le principali società di consulenza del settore, dopo aver conseguito un MSc in Management presso la London School of Economics (LSE) e una laurea in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Milano.

5. Riccardo DonadonNasce a Treviso e studia Psicologia all’Università di Padova. Nel 1998 lascia il lavoro in Benedetton e fonda E-Tree, una società che in pochi mesi diventa un riferimento in Italia per i servizi internet. A settembre 2003 lascia E-Tree per prendersi un anno sabbatico. Nel 2005 fonda H-Farm: il sogno è quello di dar vita a un polo tecnologico di servizi internet, aiutare i giovani a cogliere le opportunità della rete e dare un segnale alla “vecchia guardia” imprenditoriale veneta. E’ stato fondatore e poi presidente di ItaliaStartup fino al 2015, dopo tre anni. Gli succede Marco Bicocchi Pichi.

6. Massimo Canalicchio. Incubatore Firenze. – Lavora per l’Incubatore Universitario Fiorentino. Già nel aveva cominciato a lavorare con Incubatore Firenze occupandosi del supporto all’avvio di impresa nei settori innovativi e tecnologici attraverso attività di tutoraggio e formazione. Nel 2003 ha dato vita, con altri due soci, ad una società che si occupa di consulenza finanziaria e controllo di gestione per le PMI toscane, agevolazioni finanziarie e contributi comunitari, startup di impresa e business planning.

7. Marco Cantamessa. i3P. – Professore ordinario al Politecnico di Torino dove in Gestione dell’Innovazione e Sviluppo Prodotto. Come docente ha insegnato anche in altre università e business school europee, quali EPFL, SIMT, ESCP ed è autore o co-autore di più di cento lavori. Dal 2008 è Presidente e Ad di I3P, uno dei principali incubatori universitari italiani e dal 2014 è presidente di PNI Cube, l’associazione italiana degli incubatori universitari.

8. Luigi Capello. LVenture. Imprenditore e Business Angel, ha diretto fondi di private equity e fondato Italian Angels for Growth, la prima e più grande associazione di business angels in Italia. Tornato dalla Silicon Valley, ha dato vita a Roma EnLabs Srl, un acceleratore di startup che è diventato Luiss Enlabs – La Fabbrica delle Startup nel 2012. È attualmente CEO di HYPERLINK LVenture Group Spa, venture capital quotato alla Borsa Italiana, che ha già investito 4 milioni di euro in 33 startup. A luglio 2015 è rientrato nella lista dei 100 founder di acceleratori di startup più influenti al mondo stilata da Hot Topics.

9. Paolo Cellini. Innogest. Ex Vicepresidente delle divisioni Internet e Games della Walt Disney (Londra, Parigi), Ad di Consodata e Buffetti (Roma), Vicepresidente delle divisioni PMI Sales e Internet di Seat Pagine Gialle (Torino) e CEO per la AOL Israel (in Tel Aviv). È stato anche venture partner in 4 fondi di venture capital: Club d’Investissment Media, 21nextwork, Innogest, LVenture Group Spa.

10. Rocco Cimino. Ford.  – Responsabile della comunicazione Ford Italia ed è impegnato nella sperimentazione di nuovi linguaggidi comunicazione sul web. Guida il progetto di Digital Trasformation della rete di vendita affinché l’utilizzo dei canali digital e social possa tradursi in un vantaggio competitivo di Ford sul mercato automobilistico italiano.

Dpixel, CheBanca! The Fool

11. Marcello Cividini.  – Fino al ’74 è stato responsabile della promozione dei periodici del Corriere della Sera. Nella sua agenzia introduce i primi personal computer che arrivano dagli USA nel 1977. Lavora per Alemagna, Selezione, Bayer, Unilever, Corsera. Come fundraiser, crea i primi database per la raccolta fondi dell’Unicef. Lavorerà a Ginevra, Parigi, e Vienna per organizzare marketing e fundraising per svariate agenzie. Nel 1983 acquista il primo server UNIX al di fuori delle università: grazie alla sua agenzia, partirà la rivoluzione grafica delle agenzie di Milano. Nel 2001 apre un incubatore con Marco Benatti.

12. Gianluca Zanini – Head of Partnership and Innovation leader, AXA Italia. Approda nel mondo AXA nel 1997 quale Analista di organizzazione per AXA Assicurazioni, ricoprendo poi la carica di Responsabile Innovazione, E-Business e CRM (2000-2001), Responsabile Sviluppo rete Innovazione e CRM (2001-2003), Responsabile Supporto al Business (2003-2005), Responsabile Organizzazione-Six Sigma Project (2005-2007), Responsabile Customers Programs-Qualità del Servizio-Ufficio Reclami e AXA Way-Six Sigma Project (2007-2008).  Nel febbraio 2008 assume l’incarico di Chief Marketing Officer in AXA MPS. Dal 1 febbraio 2012 è Head of P&C e ha come obiettivo principale sviluppare il business di protezione, motor incluso, attraverso reti bancarie, gestire inoltre la liquidazione sinistri del ramo danni.

A febbraio 2015 assume l’incarico di Direttore Generale di Quadra Assicurazioni, Direttore Generale di AXA Interlife, e di Head of Partnership and Innovation leader di AXA Italia.

13. Giovanni De Caro. Advisor. – Ex investment manager del fondo Mezzogiorno e di Atlante Venture, oggi è innovation manager di Intesa Sanpaolo per il Sud. È anche responsabile di Tech Hub, il percorso di accelerazione di startup ad elevato potenziale realizzato dal Banco di Napoli, dalla Federico II e dalla CCIAA di Napoli. Inoltre, è Digital Champion di Napoli.

14. Gianluca Dettori. Dpixel.  Fondatore e presidente di dPixel, società di venture capital tecnologico. Ha investito in moltissime società, tra cui Vitaminic, Sardex, Kiver, Seolab, Banzai, Im3D, Sounday e moltissime altre. Con Dpixel si occupa di startup dal 2006 e opera sul territorio attraverso il Barcamper, un programma di accelerazione che seleziona team imprenditoriali. Ha coordinato e realizzato attività come StartCup Calabria e StartCup Emilia Romagna, il Maker Tour di European Maker Faire e Innautica Tour. Prima manager in Italia Online (Gruppo Olivetti), ha ricoperto la carica di marketing manager, direttore marketing e direttore commerciale, poi General Manager di Lycos Bertelsmann per l’Italia. Ha lanciato sul mercato nazionale il primo motore di ricerca online al mondo. Nel 1999 ha co-fondato Vitaminic, piattaforma per la distribuzione di musica digitale su web e mobile. Negli ultimi 10 anni ha seguito personalmente decine startup nel settore digitale e medicale, ricoprendo diverse cariche come non executive director. Nel 2013 è diventato advisor della Commissione Europea per il progetto Future Internet Accelerators, che ha finanziato 16 acceleratori di startup in Europa.

15. Andrea di Benedetto. Polo tecnologico di Navacchio. Imprenditore, ha fondato a Pisa dieci anni fa 3logic MK, con la sorella enologa e un’amica, Tunia azienda vitivinicola a Civitella in Val di Chiana e SpazioDati, una startup tecnologica di datamarketplaces semantici con sede a Trento. Dal 2009 è anche presidente dei giovani imprenditori di CNA e dal 2011 di LinkedOpenData Italia, associazione che promuove l’accessibilità dei dati e l’interoperabilità dei formati, sia come strumento di trasparenza che di sviluppo economico. Infine, è socio fondatore di Wikitalia e vicepresidente del Polo Tecnologico di Navacchio.

16. Giorgio Di Stefano. Key Capital. – Laureato in economia azienda alla Bocconi, è commercialista e amministratore di società. È CFO di PHPower, startup innovativa che si occupa di efficienza energetica. Dal 2012 è anche Ad di Key Capital, venture incubator che sostiene le startup nella fase di seed capital.

17. Roberto Ferrari. CheBanca! Dal 2013 è direttore generale di CheBanca! e membro del consiglio di amministrazione di Mediobanca Innovation Services, la società di servizi IT e operazioni del gruppo Mediobanca. Prima di questo ruolo, ricopriva quello di direttore centrale marketing & partnership inCompass SpA. È stato anche direttore marketing europeo Oral Care e corporate new ventures in Procter & Gamble e in ACI (Automobile Club d’Italia).

18. Matteo Flora. The Fool. Co-fondatore insieme a Massimo Giacomini di The Fool, società per la web reputation, e fondatore della Holding tecnologica Samadhi. Insegna Open Source Intelligence nel master in Intelligence Economico Finanziaria dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. È stato selezionato dal governo americano per l’International Visitors Leadership Program 2012.

19. Renato Galliano. Comune Milano. – È direttore del settore Innovazione Economica, Smart city e Università del Comune di Milano, per il quale si occupa di avviare e gestire processi di innovazione e creatività con progetti di startup e incubatori. È stato dirigente responsabile dell’area pianificazione territoriale, paesaggio e cartografia della regione Toscana.

20. Marco Bicocchi Pichi – Presidente di ItaliaStartup, nasce a Lugano ma studia a Torino. Si laurea in economia e commercio. Lavora come imprenditore fino al 2008, poi si licenzia e diventa business angel. Nel 2014 l’Italian Business Angels lo nomina Business Angel dell’anno. Nel 2015 ha fondato Symbid Italia, una joint venture per la finanza alternativa e l’equity crowdfunding con Symbid e Banca Sella, di cui è amministratore delegato.

 

pennetta open summit

Unicredit, JCube, Yoox

21. Jean-François Galloüin. Paris&Co.   Direttore generale di Paris&Co., associazione di Parigi che ha come missione quella di animare gli incubatori parigini e l’attuazione di soluzioni innovative per il territorio francese, oltre al voler attrarre investimenti dall’estero. È anche professore all’Ecole Centrale de Paris, dove ha contribuito a sviluppare il polo imprenditoriale ed è membro di qualche consiglio di amministrazione di startup.

22. Paola Garibotti. Unicredit. – È Head of Country Development Plans di UniCredit che realizza, supporta e promuove iniziative sul territorio volte ad incrementare e sviluppare la competitività e la crescita dell’Italia in ambito di innovazione, internazionalizzazione e turismo. Precedentemente ha lavorato per 18 anni come responsabile Public Sector e Financial Institutions Groups nell’Investment Banking.

23. Marnix Groet. Creative Thinking Venture. – Co-fondatore e CEO della Creative Thinking Ventures, specializzata in pre-seed financing e advisory alle startup in fase di costituzione, e advisor di diverse startup innovative. Inizia la sua carriera in PPG Industries, è buyer in Leroy-Merlin (Gruppo Auchan), business unit manager in Inda, e COO di Inda France. Infine, è direttore di divisione per la Sherwin-Williams. È membro dell’associazione Iban (Italian Business Angels Network).

24. Giuseppe Iacobelli. JCube. – Direttore generale dell’incubatore di startup JCube e consigliere del board di Italia Startup. Si occupa di management, strategia e marketing e svolge attività di consulenza e di direzione per imprese e istituzioni. Fa parte del management committee di “Executive Master in Entrepreneurship” della Bologna Business School.

25. Maximo Ibarra. Wind.  – Ha cominciato la sua carriera in Telecom Italia Mobile come marketing analyst, poi è passato per 5 anni a Omnitel Vodafone come direttore marketing del segmento consumer. È stato poi direttore commerciale Italia in DHL International, in Fiat Auto come VP strategies and business development della Business Unit Servizi ed in Benetton Group come VP worldwide marketing e comunicazione. Attualmente è Ad di Wind Telecomunicazione, dopo aver ricoperto, per questa stessa società, il ruolo di direttore marketing e direttore della business unit consumer mobile e fissa.

26. Salvatore Ippolito – È attualmente country manager di Twitter Italia, dove è arrivato dopo aver cominciato a lavorare nel 1987 prima in Nielsen Italia, poi in UniCredit e 3M Italia. Di startup ha iniziato ad occuparsi alla fine degli Anni ’90 con Nielsen NetRatings in Italia, Spagna e Portogallo. Nel 2004 è diventato Vicepresident Sales Emea. Nel 2008 è passato a Microsoft Advertising Italy come country head, dove aveva responsabilità nello sviluppo delle attività della società in Italia. Due anni dopo è approdato a Wind Telecomunicazioni e nel 2011 viene nominato Vice President Sales e Responsabile di Italiaonline Advertising. È anche stato membro del board di Audiweb dal 2008 al 2013, del board di IAB Italy dal 2008 al 2013 e presidente di IAB Italy dal 2011 al 2012.

27. Pierantonio MacolaPresidente di Smau, il salone italiano sull’innovazione e Information Technology a cui partecipano ogni anno 85 mila imprenditori, manager di aziende e pubbliche amministrazioni. Precedentemente, fino al 2007, è stato Ad di TL.TI Expo SpA, società del gruppo Fieramilano SpA.
Nel 2001 ha fondato Webbit.

28. Stefano Mainetti – Consigliere delegato dell’incubatore PoliHub della Fondazione Politecnico di Milano, è da 25 anni docente e consulente nel settore Ict. Insegna tecnologie dei sistemi informativi al Politecnico di milano e responsabile di Sistemi Informativi nel master in business administration. È docente di tecnologie dei sistemi informativi al Politecnico di Milano e responsabile dell’area Sistemi Informativi del Master in Business Administration (MBA). È fondatore e direttore del centro di ricerca Innovazione Digitale del Politecnico di Milano, un centro specializzato in progetti di ricerca applicata sui temi dell’eBusiness. Infine, è fondatore e presidente di Web Science, spin-off del centro di ricerca EBLab, anch’esso del Politecnico di Milano.

29. Jacopo Marello – Negli anni dell’università a Firenze, mentre studiava architettura, ha fondato, insieme agli amici Paolo Barberis e Alessandro Sordi, Dada (Design Architettura Digitale Analogico), che vendeva la connessione ad Internet. Sebbene Dada sia stata un’esperienza totalizzante e formativa per lui, Marello la lascia nel 2011 e, ancora con i due amici storici Barberis e Sordi, dà vita a Nana Bianca, uno dei maggiori acceleratori per startup digitali italiane, con oltre 20 partecipazioni in startup innovative italiane e internazionali.

30. Federico Marchetti – Founder e CEO di YOOX Spa, nata nel 2000 e di cui, da allora, è anche Ad. Nel 2012 ha ricevuto il Premio Leonardo per l’Innovazione dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, come riconoscimento dello spirito pionieristico di YOOX Group. Due anni dopo è stato nominato Alumnus dell’anno dall’Università Bocconi, università dove ha studiato economia e commercio per proseguire poi con un master in Business Administration alla Columbia University. Ha iniziato a lavorare nel 1994 come Investment Banking Analyst prima a Londra e poi a Milano. Nel 1999, invece, ha collaborato come consulente presso Bain & Co.

PoliHub, Digital Magics, Italia Startup

31. Marcello Marzano – Founder e managing partner dello Studio MM, riferimento toscano per le startup d’impresa e della finanza agevolata. Nel 2011 è stato membro della delegazione italiana allo Sme Week Summit al Parlamento Europeo. A maggio 2015 è stato tra le 50 eccellenze premiate allo Youth Economic Summit (YES) e qualche mese dopo Wired lo inserisce tra i 10 under 35 più promettenti d’Italia definendolo come il «commercialista delle startup».

32. Marco Meola – Startup coach del Csi – incubatore di Napoli Est, fonda la sua prima startup nel 2013, con cui vince la StartCup Campania: Rehub (Research social platform), dedicata ai ricercatori e che favorisce l’Open Science. Lavora come consulente per la Soges Spa e fa workshop su creazione d’impresa e Lean Startup nelle scuole superiori, università, nei coworking e nei centri per l’impiego. È Digital Champions di Afragola (Na).

33. Rocco Micucci – Dal 2009 è presidente di Fira (Finanziaria Regionale Abruzzese), società che ha trasformato in uno dei primi operatori nazionali di venture capital.Q uesto grazie alla gestione per conto della Regione Abruzzo del Fondo StartHope (di 14 milioni di euro), con più di 20 investimenti da 5-600 mila euro in media. Ha anche creato del coworking, incubatore e acceleratore “Fira Station”. Micucci è membro del consiglio di amministrazione di diverse startup e ambassador per l’Abruzzo di U-Start Conference 2015.

34. Andrea Monti – Direttore generale di Altromercato, fondatore della startup FindYourItaly e consigliere all’Open Innovation di Italia Startup. Insegna all’Università di Padova ed è coautore di Outsourcing. Il valore di una scelta strategica”.

35. Marco VillaBusiness angel, co-fondatore e socio di Iag – Italian Angels for Growth. È anche consigliere delegato per l’internazionalizzazione in Italia Startup e proprietario e Ad di Mirade Ventures Srl, società che investe in startup in Italia ed all’estero. Lui stesso ha investito in più di quindici startup in Italia ed all’estero. In passato ha lavorato sia nel settore privato che nel non-profit e ha gestito il global office di PricewaterhouseCoopers.

36. Layla Pavone – Da magglio 2014 è membro del consiglio di amministrazione e venture partner di Digital Magics, incubatore certificato di startup innovative quotato in Borsa. Ha iniziato nel 1995 contribuendo alla nascita della startup Video Online, il primo internet service provider in Italia. Dal 2000 al 2014 ha lavorato nel gruppo Dentsu Aegis Media. Per sette anni è stata presidente di IAB Italia mentre dal 2006 al 2008 è stata anche presidente di IAB Europe. Il ruolo da presidente lo ha ricoperto anche nel Centro Studi Assocom, l’associazione che raggruppa le imprese di comunicazione. È membro dell’International Academy of Digital Arts and Sciences (IADAS) e consigliere indipendente dell’editoriale Il Fatto e nel consiglio direttivo di Italia Startup.

37. Antonio Perdichizzi – Vicepresidente di Italia Startup e imprenditore. Nel 2011 ha fondato Tree, una società di consulenza specializzata in innovazione e HR per il settore pubblico e privato. È anche business angel di Orange Fiber e Flazio. Dal 2011 è presidente del gruppo giovani imprenditori di Confindustria Catania. Presidente dell’associazione Startup City, nel 2014 è stato nominato nel direttivo nazionale Digital Champion con la delega al “Make in South”.

38. Daniela Poggio – Dal 2013 è membro del leadership committee di Sanofi Italia, disegnandone e indirizzandone la strategia di comunicazione interna ed esterna e cercando di accrescerne notorietà e reputazione. Prima di approdare a Sanofi Italia, è stata direttore della comunicazione per Goodyear per l’Italia e la Grecia e communication manager per Vodafone Italia. Per sei anni ha lavorato come responsabile della comunicazione ancora per Vodafone Italia ma nell’aria del Nord-Ovest.

39. Danilo Porro – Professore di Microbiologia Industriale e Chimica delle Fermentazioni e pro-rettore dell’Università degli Studi di Milano Bicocca. Si occupa di miglioramento genetico dei ceppi microbici di interesse industriale, l’ingegneria metabolica, il controllo e la validazione dei processi fermentativi, in particolare se riferiti ai processi biotecnologici nell’industria farmaceutica, chimica, alimentare e salvaguardia ambientale. Con il suo gruppo di ricerca ha sviluppato, brevettato e venduto la tecnologia per la produzione e secrezione di proteine eterologhe da nuovi ospiti, la produzione di acido lattico, la produzione di acido ascorbico e la tecnologia per la selezione di mutanti iperproduttori di acidi organici.

40. Antonio Prigiobbo – Esperto di design management, comunicazione e team building per progettazione, produzione e distribuzione di prodotti e contenuti digitali per piattaforme innovative e/o digitali, è design thinking di NAStartUp. Si è occupato di innovazione e politiche di sviluppo nella pubblica amministrazione.

open summit startupitalia

Microsoft, IBM, Italian Angel for Growth

41. Carlo Purassanta – Attualmente Ad di Microsoft Italia, in passato ha lavorato per Ibm prima come Network Services Executive, poi come direttore dei servizi di infrastruttura e successivamente come senior business development executive per i progetti di outsourcing nel Sud Ovest europeo. È membro del consiglio generale di Confindustria Digitale e presidente del Gruppo sulle piattaforme di filiera per le PMI. È anche membro dell’advisory board del comitato investitori esteri di Confindustria e è responsabile del relativo Gruppo di lavoro dedicato a “Ricerca, innovazione ed education”. Fa parte del board di Amcham – American Chamber of Commerce in Italy.

42. Silvia Vianello – Docente e consulente strategico in marketing digitale, innovazione ed ecosostenibilità, è stata recentemente definita una delle donne più esperte nel Digital in Italia.
Cura l’area Digital e Green Marketing, sviluppo startup e Business Planning di Reinventami, società di consulenza strategica che ha fondato. Fa parte del comitato direttivo dei Digital Champion. È anche docente della Sda Bocconi School of Management. Oltre a pubblicare con diverse testate giornalistiche, da 2011 al 2014 ha condotto i programmi televisivi “SmartApp – la tecnologia che migliora la vita” e “Smart Valley”, in onda su La3, affrontando i temi dell’innovazione, social media e digital marketing in chiave divulgativa e interattiva.

43. Giuseppe Ravasi – Si occupa di Cloud Ecosystem Development per lBM Italia e guida lo sviluppo del business con gli Indipendent Software Vendor, gli sviluppatori, le start-up, i venture capitalist, le università con l’obiettivo finale di costruire un ecosistema che adotti e favorisca l’adozione di tecnologia IBM. Ha cominciato la sua carriera in IBM nel 1985, dove inizialmente è stato Solution Specialist per la Distribution and Retail. È laureato in ingegneria elettronica e ha conseguito un master alla Insead Business School.

44. Elena Sacco – Dirige la scuola di comunicazione dell’ Istituto Europeo di Design. Per 14 anni ha lavorato tra Milano, Parigi, Londra e Ginevra in agenzie internazionali di branding e comunicazione, tra cui Publicis group, Young&Rubicam brands, Landor e Wunderman, per le quali ha firmato progetti di branding per aziende come Jacuzzi, Barilla e Giorgio Armani. Coordina Masterbrand, il master internazionale in Brand Management.

45. Michelangelo Tagliaferri – Consulente di comunicazione per agenzie di pubblicità e aziende, si occupa di ricerca e formazione nella comunicazione per aziende ed enti pubblici. È responsabile della comunicazione del Progetto Equal, consulente per le attività di comunicazione del dipartimento tossicodipendenze del comune di Milano e consulente della strategia di comunicazione del ministero della Salute. Come consulente di comunicazione, poi, lavora anche per l’Agenzia del Farmaco, per il Miur, per la D.G 3 della Farnesina, per la Regione Puglia e molti altri. Ha collaborato a progetti di comunicazione come il rilancio dei Sassi di Matera e “la notte dei Ricercatori”.

46. Andrea Saviane – Specializzato in online marketing, lavora come Digital Strategist. Nel 2013 diventa marketing manager Italia per BlaBlaCar e da settembre 2014 ne è il Country Manager Italia. È un grande sostenitore della sharing economy come elemento portante dell’innovazione sociale.

47.  Giancarlo Rocchietti è un ingegnere elettronico. All’età di 50 anni diventa un business angel dopo aver ceduto ad un fondo di investimento la sua azienda (Euphon SpA), pochi anni dopo averla quotata in Borsa. Ha fondato ed è Presidente del Club degli Investitori, network composto da un gruppo di imprenditori, professionisti e manager piemontesi che investe in società, di nuova o recente costituzione, con contenuto innovativo ed elevato potenziale di crescita. Partito nel 2008 con 6 imprenditori, oggi il Club degli Investitori conta più di 100 Soci che, sull’esempio dei business angel americani, affiancano la crescita dell’azienda, come veri e propri “angeli custodi”. Un investimento attraverso il Club degli Investitori è molto più che denaro: significa coinvolgimento di un gruppo di persone la cui rete di contatti ed esperienza vale molto di più del capitale stesso.

48. Veronica Diquattro è la responsabile del mercato italiano di Spotify – fra i principali servizi di musica on demand in streaming a livello mondiale – e ha il compito di guidare Spotify in Italia e il percorso di sviluppo dell’azienda. Classe 1983, bolognese, Veronica Diquattro proviene da Google, dove ha lavorato nella sede di Dublino ricoprendo diversi ruoli prima di contribuire al lancio del mercato Android e di Google Play in Italia. Laureata in Economia all’Università di Bologna e con un master conseguito presso l’Università Bocconi, Veronica Diquattro ha iniziato la sua carriera come Marketing Manager nel settore alberghiero in Perù.

49. Riccardo Delleani è Amministratore delegato di Olivetti dal febbraio 2015. Nel Gruppo Telecom Italia dal 1988, ha ricoperto inizialmente incarichi manageriali nel reparto Reti – in particolare nel team di traffic engineering -, per poi proseguire una carriera che lo ha portato a ricoprire posizioni nel top management in diverse unità, fra cui National Wholesale, responsabile del mercato diretto agli operatori alternativi,  e Open Access, struttura incaricata di garantire sviluppo e manutenzione delle strutture della rete di accesso. Nel gennaio 2012 è stato nominato CEO del Gruppo Telecom Italia Sparkle, per poi essere nominato Presidente dello stesso Gruppo nel marzo 2013. Ha conseguito la laurea in Ingegneria Elettronica presso l’Università Sapienza di Roma.

50. Mauro Minenna, ingegnere elettronico. Dopo aver fatto esperienze come project manager nei sistemi informativi di Enel e Rai, dal 2002 al 2007 ha lavorato per Poste Italiane con crescenti responsabilità. Dal 2008 al 2012 è stato Direttore dei Sistemi Informativi del Gruppo API. Dal 2013 è Direttore Generale di Aci Informatica, società “in house” di Aci. E’ stato, dal 2004 al 2011, professore incaricato di “Basi di Dati” presso la facoltà di ingegneria dell’università di Roma – Tor Vergata.

51. Salvo Mizzi. Da Luglio 2015 Salvo ricopre la carica di CEO di Invitalia Ventures dopo aver ricoperto lo stesso ruolo in TIM Ventures dal Giugno 2014 al Giugno 2015. Dal Marzo 2009 a Settembre 2014 Salvo è stato Responsabile Working Capital Accelleratorpresso Telecom Italia. Dal 2006 al 2008 è stato Responsabile Digital Innovation presso Telecom Italia dopo aver ricoperto il ruolo di Chairman e CEO presso My-tv spa.

52. Massimiliano Magrini è  co-fondatore e Managing Partner di United Ventures, Venture Capital italiano specializzato negli investimenti in tecnologie digitali. Ha trascorso 20 anni ricoprendo ruoli dirigenziali nel settore Media & Technology, lavorando prima come Managing Director di Altavista e, dal 2002, contribuendo al lancio di Google in Italia in qualità di Country Manager.

53. Paolo Barberis. Nel 1994, compiuti  insieme ad alcuni compagni di università di Firenze, crea Dada, Internet Company il cui acronimo significa Design Architettura Digitale Analogico. Nel 1999 crea superEva (www.superEva.it), il luogo “mitico” della Rete italiana intuendo le enormi potenzialità della Rete intesa come community. Nel 2000 è uno dei più giovani presidenti di sempre di una società quotata e porta Dada pubblica attraverso una IPO alla Borsa di Milano il 29 giugno. Per il grande pubblico progetta innovazione, all’interno di Dada, con prodotti e servizi dedicati alla Digital Music, alle Applicazioni Mobile, ai Mobile Services e alle Social Community. Ha fatto parte della task force del Ministero dello Sviluppo Economico, sul tema Startup nel 2012. Socio fondatore di Italia Startup (associazione nata nel 2012 per incentivare l’imprenditoria innovativa italiana), nel 2012 ha fondato l’acceleratore Nana Bianca con Alessandro Sordi e Jacopo Marello. E’ Consigliere per l’innovazione del Presidente del Consiglio Matteo Renzi dal settembre 2014.

54. Marco Gualtieri. Ideatore e Chairman di Seeds&Chips, il primo evento internazionale dedicato alle aziende e startup digitali che stanno innovando nella filiera agroalimentare ed enogastronomica. Un’area espositiva e un palinsesto di conferenze per presentare, raccontare e discutere sui temi, sui modelli e sulle innovazioni che stanno cambiando il modo in cui il cibo è prodotto, trasformato, distribuito, consumato e raccontato.
Gli attori che si stanno muovendo nell’Internet of Food si presentano e si confrontano a Seeds&Chips, che sta diventando un vero e proprio punto di riferimento per un settore in espansione.
La prima edizione si è svolta dal 26 al 29 marzo 2015 a Milano presso MiCo Centro Congressi. La prossima edizione si svolgerà dall’11 al 14 maggio 2016.

a cura di
Chiara Baldi

Ti potrebbe interessare anche

Cantamessa (i3P): «Le mie 5 migliori startup del 2015, ma ora le imprese aprano all’innovazione»

Intervista al presidente di i3P di Torino, che candida le sue 5 migliori startup del 2015 e avverte: «Le startup sono fonte di innovazione imprescindibile aziende e PA»

A dicembre faremo il primo Summit delle startup italiane. E siete tutti invitati

Il 14 dicembre a Milano al Palazzo di Ghiaccio StartupItalia! farà il primo summit aperto delle startup italiane. Vorremmo portare lì tutto l’ecosistema italiano per confrontarsi. E vorremmo che ci foste anche voi

Del Rio (b-ventures): «Per la prima volta a Milano l’ecosistema potrà incontrarsi senza steccati»

Il fondatore di Buongiorno e di b-ventures racconta il suo 2015 e sceglie 4 startup che secondo lui hanno fatto bene. Sarà presente all’Open Summit di StartupItalia!, lui un momento di confronto dell’ecosistema

Ecco le 55 startup italiane a caccia di investitori a Londra per Unbound digital

Startup a Londra per l’Unbound Digital di Italia Startup. Il presidente Marco Bicocchi Pichi: «È una grande occasione di visibilità, ma non dobbiamo dimenticare che l’ecosistema Italia delle startup si costruisce insieme»

Terremoto Centro Italia, il progetto di hacking civico per condividere le notizie (utili) sul sisma

Terremoto Centro Italia è un sito nato per condividere informazioni sul terremoto e fornire una serie di servizi specifici per chiunque voglia dare il proprio contributo. Mappe, alloggi, verifica delle notizie. Tutto nel nome della solidarietà e della partecipazione civica.