WISE è la migliore startup del 2015 per Bocconi Startup Day

La migliore startup del 2015 per i giudici chiamati a Bocconi Startup Day è la startup biomedica fondata nel 2011. Premio millennials va a Everyride, quello social innovation a Comuni-chiamo

La migliore startup del 2015 per i giudici chiamati a Bocconi Startup Day è WISE. Startup biomedica fondata nel 2011, WISE vuole produrre e commercializzare la nuova generazione di elettrodi per la neuro-modulazione e di neuro-monitoraggio per curare il dolore cronico e monitorare l’epilessia nella fase di pre-chirurgia. La premiazione è avvenuta martedì 24 novembre nell’evento organizzato da Università Bocconi e Citi Foundation. 11 le startup finaliste (qui l’elenco) selezionate tra le oltre 80 che hanno partecipato alla selezione.

La migliore del 2015 è Wise

wise bocconi startup day

WISE: Startup biomedica fondata nel 20 11, WISE vuole produrre e commercializzare la nuova generazione di elettrodi per la neuro-modulazione e di neuro-monitoraggio per curare il dolore cronico e monitorare l’epilessia nella fase di pre-chirurgia. La tecnologia protetta da brevetto consente di realizzare elettrodi che integrano circuiti elettronici elastici su gomme siliconiche biocompatibili: questo li rende meno costosi, meno invasivi e più affidabili. Referente del team è Luca Ravagnan. Wise era nella top 100 tra le startup più interessanti secondo StartupItalia!

La migliore social innovation è Comuni-Chiamo

comuni-chiamo-app-per-intelligenza-collettiva-INTERVISTA

Comuni-chiamo: Piattaforma e app per la comunicazione tra i cittadini e i comuni italiani, consente ai cittadini di riportare problemi e disagi che incontrano quotidianamente nell’interazione con le amministrazioni locali municipali. Grazie al servizio di geo-localizzazione e alla possibilità di caricare immagini, le amministrazioni comunali hanno consapevolezza immediata di dove e come intervenire, senza la necessità di installare nessun software. Dal 2012, anno di fondazione, il servizio è utilizzato da 60 comuni. Referente del team è Gilberto Cavallina.

La migliore categoria millennials è EveryRide

All Carsharings - Open hands

eVeryride: È l’aggregatore di tutti i servizi di car sharing, bike sharing e scooter sharing. Attraverso l’app, ideata nel 2014, gli utenti confrontano rapidamente tutte le alternative disponibili. L’app iOS, Android e Windows Phone è disponibile da giugno 2015. L’applicazione risponde all’esigenza di accedere ai servizi di car, bike o scooter sharing contemporaneamente da un’unica app, che raccoglie le informazioni di 11 diversi fornitori di servizi. Attualmente è disponibile in 4 città (Firenze, Milano, Roma, Torino). Referente del gruppo è Lorenzo Polentes.

Fare business vero con i rifugiati: perché Soros investirà 500 milioni nelle loro startup

L’imprenditore di origine ungherese, fondatore delle Open Society Foundation, ha deciso di promuovere le idee di business di chi scappa da guerra e povertà. E stimola il settore privato a impegnarsi per dare loro accesso a tutti servizi e favorirne così l’autonomia nelle comunità che li ospitano

Il senso del round di MoneyFarm con Allianz, secondo Paolo Galvani

A quasi un anno dal primo grande round da 16 milioni e all’indomani dell’annuncio di un altro round con il gruppo Allianz, abbiamo intervistato il presidente di MoneyFarm Paolo Galvani. Consigli alle startup fintech? «sfatiamo il mito delle banche che cercano startup, bisogna puntare tutto sul team per impressionare gli investitori».