U4FIT, dalla startup sarda il marketplace per il mondo del fitness

L’idea del marketplace del fitness e il relativo servizio di Personal Training Remoto hanno permesso alla startup di ricevere un finanziamento da Sardegna Ricerche nel 2014

(Comunicato Stampa) – È in Sardegna, in quella che viene definita una delle culle italiane delle startup e dell’innovazione, che è nata U4FIT. Nell’isola si respira un’aria di innovazione, ma secondo il presidente della Regione Autonoma della Sardegna, Francesco Pigliaru, bisogna fare di più per superare la concentrazione del 2,9 % delle startup italiane: «vuol dire che siamo bravi, ma non abbastanza. Dobbiamo crescere ancora e ognuno deve fare la sua parte – ha recentemente sottolineato Pigliaru – Per fare nuove imprese innovative ci vogliono soldi: abbiamo giovani brillanti, che devono essere formati e preparati dall’Università, ma che poi non hanno un sistema bancario che li sostiene. Occorrono capitali, investitori che puntino su questi ragazzi. Anche la Regione vuole fare la sua parte: per ogni milione messo da un venture capital noi raddoppiamo».

Al di là dei proclami, la vocazione tecnologica della Sardegna si è concretizzata nelle due sedi del parco scientifico e tecnologico, oltre che in Sardegna Ricerche, l’ente che supporta la ricerca e lo sviluppo tecnologico.

È in un tale contesto che un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Cagliari e una psicologa specializzata in motivazione e gratificazione in ambito sportivo, nel 2008 hanno iniziato a lavorare sulla Human Computer Interaction, con l’obiettivo di ricercare tecnologie informatiche innovative per soddisfare le esigenze degli sportivi di qualsiasi livello.

U4FIT_Team_1

La ricerca si è concretizzata nella startup U4FIT, spin-off dell’Ateneo Cagliaritano: l’idea alla base del lavoro era la realizzazione di un servizio tecnologico avanzato grazie al quale uno sportivo potesse essere monitorato, supportato e allenato in remoto da un professionista. È stata così sviluppata un’applicazione che potesse aiutare chi corre ad allenarsi meglio con costanza, motivazione e con la guida esperta di un vero professionista. U4FIT è oggi un’applicazione gratuita per smartphone scaricabile dal market Android e iOS.

U4FIT con il suo markeplace punta al concetto di sharing economy offrendo un modello di business totalmente nuovo e rivoluzionario per una professione come quella del personal trainer, che sino a oggi poco aveva in comune con il mondo virtuale. La piattaforma si basa su un servizio di Personal Training Remoto: lo sportivo può scegliere un professionista reale e farsi allenare a distanza. Quest’ultimo, individuate le caratteristiche del cliente, crea un piano d’allenamento personalizzato. La tecnologia di U4FIT guida lo sportivo, visivamente e vocalmente, nell’allenarsi seguendo le indicazioni del suo personal trainer. Contemporaneamente, grazie all’uso del GPS, registra i dati oggettivi dell’allenamento e li invia all’allenatore. In questo modo, quest’ultimo ha sempre un quadro preciso della situazione e può monitorare, supportare e allenare a distanza i suoi clienti. Con inoltre la possibilità di scambiarsi dei messaggi.

Il servizio realizzato da U4FIT è un marketplace, che mette in contatto sportivi di ogni livello con professionisti del fitness, un luogo virtuale dove incontrarsi. U4FIT cerca quindi di reinterpretare l’approccio con cui un utente si avvicina al mondo running e del fitness, creando una tecnologia abilitante per mettere in contatto runner e allenatori.

L’app U4FIT ha altre caratteristiche, tra cui spicca la possibilità di creare i tipici allenamenti del running, come impostare il passo di gara, le ripetute, gli intervalli a distanza e velocità desiderata e il metodo di allenamento HIIT High (Intensity Interval Training).

L’idea del marketplace del fitness e il relativo servizio di Personal Training Remoto hanno permesso alla startup di ricevere un finanziamento da Sardegna Ricerche nel 2014. Oggi l’app conta circa 300.000 download da tutto il mondo e sono diverse le migliaia di utenti attivi che, ogni mese, registrano allenamenti.

La prossima evoluzione è la sperimentazione mirata all’utilizzo della piattaforma U4FIT nell’ambito del trattamento multidisciplinare integrato di pazienti obesi e diabetici, in collaborazione con il Dipartimento di Informatica e con il gruppo dell’Unità operativa di Obesità del Dipartimento di Scienze Mediche dell’Università di Cagliari. Dal punto di vista dell’evoluzione della startup, attualmente, sono in corso contatti con investitori per un primo round di venture capital.

Dopo Esselunga anche Coop sceglie Satispay

L’accordo di integrazione interesserà inizialmente tutti i punti vendita di Coop Lombardia. Nei prossimi giorni il servizio sarà reso disponibile anche in Liguria. Previsto uno sconto del per chi sceglie questo metodo di pagamento

A colloquio con gli insegnanti via Skype, l’idea di un Liceo Classico di Cosenza

Il dirigente scolastico Antonio Iaconianni spiega a StartupItalia! i dettagli di questa iniziativa che punta a modernizzare il liceo classico Telesio. E semplificare il rapporto tra famiglie e scuola sfruttando la tecnologia