360 Capital lancia un fondo da 35 milioni, investirà da 300K a 1M in startup

La società di venture capital attiva soprattutto in Francia e in Italia ha lanciato un fondo di 35 milioni di euro dedicato alle startup in fase di seed

La società di venture capital europea 360 Capital Partners ha lanciato un fondo di 35 milioni di euro dedicato alle startup in fase di seed. Sostenuta da investitori tra cui l’assicuratore nazionale MAIF, la banca francese Société Générale, Groupe Rocher, Thuasne, BPI France (FNA) e da business angels e mentors europei e americani 360 Square si concentra sugli investimenti dai 300 mila euro al milione di euro nei confronti delle startup in fase di seed in Francia e nel resto d’Europa.

fausto boni, 360 capital

Fausto Boni, 360 Capital

Guidato da Paul Degueuse, General Partner, and François Collet, Partner, il team ha già selezionato alcuni investimenti che verranno resi pubblici all’inizio del 2016. Lanciata nel 1997, 360 Capital Partners investe in Francia, Italia e in tutta Europa dai suoi uffici di Parigi, Milano e Berlino. Ad oggi ha effettuato più di 80 investimenti inclusi MutuiOnline, Yoox, YellowKorner e Leetchi.

L’azienda ha attualmente oltre 300 milioni in totale di fondi in gestione.  360 Capital Partners, che ha tra i co-ounder e General Partner Fausto Boni, investirà quote che andranno tra i 300mila euro e il milione di euro in startup in fase seed in Francia e nel resto d’Europa. Da quanto risulta, sono già stati selezionati alcuni investimenti, che saranno tutti resi pubblici all’inizio del 2016.  360 Square è il sesto fondo della società e porta a 300 milioni di euro la cifra totale dei fondi gestiti da 360 Capital Partners.

Se Trump è alla Casa Bianca non è merito delle bufale sul web, dice questo studio di Stanford

Secondo una ricerca condotta da due economisti della Stanford University e della New York University, le bufale condivise sui social nel periodo pre-elettorale non sono state decisive nell’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca: le persone nemmeno le ricordavano

UberEats si espande su Milano, nuove zone servite da Città Studi a NoLo

A due mesi dal lancio il food delivery di Uber amplia l’area coperta e i confini della consegna a domicilio dei piatti dei migliori ristoranti e locali milanesi. Il servizio si lancia oltre l’area della Circolare esterna, arrivando così a includere quartieri come Città Studi, San Siro, Portello, NoLo e la Maggiolina

Intesa Sanpaolo e Federico II creano un hub per fare open innovation al Sud

Il progetto del Gruppo Intesa, all’interno del Campus che ospita la iOs Academy di Apple, vuole creare sinergie tra l’Università e imprese. Due gli obiettivi principali del nuovo polo: ridurre la disoccupazione e fermare la fuga dei cervelli