Poste Italiane con Digital Magics: un accordo per l’innovazione digitale

L’obiettivo è quello di monitorare le novità che emergono dal mondo delle startup e realizzare un Campus dell’Innovazione

Nella sua strategia di innovazione e di trasformazione digitale Poste Italiane avvia la collaborazione con Digital Magics, business incubator italiano, quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM), che offre supporto alla nascita e alla crescita di startup digitali e alle imprese, fornendo servizi di consulenza sui programmi digitali.

La collaborazione segue quindi il percorso tracciato dal Piano industriale Poste 2020, che investe l’azienda di un ruolo di motore di innovazione e di sviluppo inclusivo per offrire ai cittadini, alle imprese e alla PA servizi evoluti, sicuri semplici ed efficaci da integrare con l’offerta tradizionale, favorendo così l’adozione sempre più ampia dei processi digitali per accompagnare il Paese nel passaggio dall’economia tradizionale a quella digitale e coglierne tutte le opportunità di crescita.
L’accordo di Open Innovation con Digital Magics costituisce anche un nuovo tassello del programma di trasformazione aziendale che colloca il cliente al centro delle strategie di sviluppo.

poste-italiane-digital magics

Il progetto fornirà a Poste Italiane l’opportunità di dare supporto all’imprenditorialità digitale del Paese, stimolando la nascita di nuove aziende e la creazione di posti di lavoro, facendo di Poste Italiane un catalizzatore dell’innovazione digitale. La strategia di Poste Italiane intende infatti dare stimolo alla nascita di nuove idee, alla scoperta di talenti e all’incremento di competitività e di innovazione a supporto delle imprese grazie anche alla contaminazione con le startup.

La partnership prevede che Digital Magics realizzi un monitoraggio costante ed esteso sul mondo delle startup per dare visibilità alle principali soluzioni innovative che emergono dal mondo delle imprese digitali, analizzandone la potenziale applicabilità ai processi e ai servizi da parte di Poste Italiane. La finalità è quella di mettere a sistema informazioni e conoscenze per pianificare iniziative ed eventuali investimenti che Poste Italiane valuterà in termini di valore industriale e tecnologico per nuove soluzioni di business.

In questo scenario si colloca la creazione del Campus per l’Innovazione di Poste Italiane, che sarà realizzato a Roma e del quale Digital Magics avrà il coordinamento delle attività insieme a Talent Garden, società partecipata da Digital Magics e principale network europeo di co-working focalizzato sul digitale. Il Campus sarà un “ecosistema” in cui i talenti del digitale potranno contaminare le esperienze, progettare, realizzare e sperimentare soluzioni innovative da applicare al business di Poste Italiane.

L’accordo prevede anche la creazione di percorsi di formazione originali, tradizionali e multimediali per i dipendenti al fine di dare massima diffusione in azienda alla cultura dell’innovazione e del digitale.

Questa partnership rientra nell’ampio scenario tracciato da Enrico Gasperini, Fondatore e Presidente di Digital Magics, recentemente scomparso. Il piano di Open Innovation con Poste Italiane rappresenta un momento fondamentale per l’ecosistema dell’innovazione italiano: è la prima volta che la più grande azienda di servizi italiana collabora attivamente con un incubatore e con le startup. L’accordo con Poste Italiane rientra nel grande progetto relativo alla creazione della più importante piattaforma di innovazione per il Digital Made in Italy, che Digital Magics sta realizzando con Talent Garden e con i partner di Open Innovation. L’apertura del Campus a Roma con Poste Italiane è una pietra miliare di questo progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le 6 startup finaliste di .itCup Registro 2017

Dalle 110 candidature arrivate per la sesta edizione della .itCup organizzata dal Registro.it sono stati selezionati i progetti innovativi che parteciperanno alla .itCup School a Pisa. E che il 26 ottobre saranno in finale a Roma

Negli Stati Uniti arriva il primo avvocato-robot al mondo. Ed è gratuito

Il robot, che si chiama DoNotPay, in realtà è un’intelligenza artificiale in forma di chatbot e offre consulenza gratuita a chi non può permettersi un legale in carne e ossa. Nei due anni di sperimentazione ha contestato 375mila multe per il parcheggio

McDonald’s firma una linea di abbigliamento e la consegna a casa con UberEats

La famosa catena di fast food ha pensato per il 26 luglio a una campagna per celebrare il Global Delivery Day: in quella data chi ordinerà con UberEats si verà recapitare a casa un articolo con riferimento al marchio del Big Mac

I vincitori della prima edizione: “Siamo cresciuti grazie a Start To Be Circular”

Grazie alla call di Fondazione Bracco la startup Orthoponics ha acquisito le giuste competenze per conquistare il mercato. Scadenza il 3 di novembre. In palio un premio del valore di 10.000 euro e l’ingresso nell’incubatore SpeedMiUp