ClouDesire completa un round da 600 mila euro con Tim Venture

ClouDesire, piattaforma di cloud monetization pioniere nella SaaSification e cloud-agnostica, ha annunciato oggi di aver chiuso un round di 600k mila euro

ClouDesire, la suite di cloud monetization che consente a grandi e piccoli produttori di software di portare in modo efficace tutte le loro applicazioni software sul cloud, ha annunciato oggi di aver completato un round di € 600K che andrà ad alimentare il lancio di uno store globale di applicazioni software enterprise e la crescita internazionale dell’azienda. L’operazione è stata condotta da TIM Ventures, il braccio di Corporate Venture del Gruppo Telecom Italia.

Eddu Fioretti ClouDesire

ClouDesire consente ad ogni applicazione software di diventare SaaS e di essere venduta e distribuita su qualsiasi cloud. In pochi minuti, senza riscrivere codice, con il pieno supporto Docker.

“Siamo pronti a lavorare insieme al nostro nuovo partner per continuare a crescere ed innovare,” ha affermato Eddy Fioretti, CEO e co-fondatore di ClouDesire ‘Questo investimento arriva al momento giusto per la crescita di ClouDesire: ci servirà per supportare la nostra strategia a lungo termine e per migliorare i servizi per i nostri clienti, i nostri partner e la nostra community. Vorrei ringraziare gli investitori, che hanno creduto nella nostra visione e nella nostra capacità di esecuzione, il nostro team per la passione e la dedizione alle sfide quotidiane, e tutte le persone che continuano a sostenerci fin dai primi giorni. “

“Abbiamo costruito un prodotto con caratteristiche tecnologiche uniche e di grande valore per il mercato. Adesso potremo aiutare ancora meglio l’enorme comunità di produttori e venditori di software che hanno bisogno di sfruttare i vantaggi del cloud in modo più sicuro e orientato al business “, ha dichiarato Andrea Vecchi, CTO e co-fondatore.

Cloudesire.com è una piattaforma di cloud monetization che abilita un modo nuovo di vendere e distribuire applicazioni software enterprise in modalità as-a-Service, anche consentendo a Software Vendor di qualsiasi dimensione di competere con i grandi player del mercato. La società è stata costituita nel 2013 da un team di informatici ed esperti di cloud computing.

ClouDesire vuole portare le opportunità della vendita SaaS a milioni di aziende software a livello mondiale, che stanno lottando per entrare nel mercato del cloud. Il mercato del software sta vivendo cambiamenti senza precedenti, dovuti principalmente al Cloud Computing che sta radicalmente cambiando  l’economia del settore (gli analisti prevedono una media di 7 applicazioni business utilizzate da piccole e medie imprese entro il 2018). Modelli di prezzo e di business per la distribuzione del software stanno evolvendo molto rapidamente, ma solo una manciata di grandi player è riuscita fino ad oggi a trarre benefici da questa rivoluzione: ClouDesire vuole aiutare tutti i produttori di software, anche piccoli, a migrare facilmente il proprio portafoglio di prodotti software sul cloud e ad abbracciare nuovi modelli di business resi possibili da questo nuovo paradigma, senza investimenti iniziali e salvaguardandone la competitività.

Ti potrebbe interessare anche

Scheda Cloudesire (cos’è e cosa fa)

Utilizzare a pieno il cloud, con tutti i benefici che questo strumento può portare. E’ il desiderio che ha dato il nome e l’obbiettivo di ClouDesire

Le 3 idee per il nostro Paese volano negli Stati Uniti

Athonet, Exim e ClouDesire, le tre idee selezionate per partecipare a ItaliaCamp dal 25 febbraio al 4 marzo 2014

L’Europa sceglie ClouDesire per disegnare il futuro del mercato digitale

La startup pisana volerà a Bruxelles per un incontro con altre 3 startup europee scelte dall’Ue. E’ l’unica italiana. Obbiettivo: gettare le basi del mercato digitale unico. Una bella soddisfazione per il team (e l’Italia)

Ecco le 100 startup migliori del 2015 secondo noi

Sono le 100 startup che a nostro avviso (e delle decine di investitori e stakeholder sentiti in queste settimane) meritano di essere ricordate. Eccole

Omnidermal Biomedics vince il Premio Leonardo Startup 2018

Il Comitato Leonardo, in collaborazione con il MISE e l’Agenzia ICE, ha assegnato il riconoscimento alla startup nata come frutto della ricerca del Politecnico di Torino. Omnidermal ha sviluppato il “Wound Viewer”, dispositivo medico capace di acquisire e processare le immagini di ulcere cutanee grazie alla Intelligenza Artificiale.