Adagiosonoro

Lo storytelling per il recupero dei documenti inaccessibili da trasformare in contenuti audiovisivi.

In una società all’avanguardia è giusto pensare ad una diversa fruizione dei beni culturali immateriali, rappresentati dall’enorme patrimonio di documenti rari, manoscritti e testimonianze inedite conservati in biblioteche, musei, archivi pubblici e privati.

A tal fine Adagiosonoro tramite lo storytelling punta al recupero di tutti quei documenti non facilmente accessibili, e alla loro trasformazione in contenuti audiovisivi da scaricare attraverso device portatili, in formati di alta qualità. Il risultato è quello di un’esperienza sensoriale unica che unisca storia, cultura, modernità, gioco e tecnologia; un viaggio di formazione per chi è attratto dalla ricerca di tracce del nostro passato.

“I tutor incontrati al Creative Clusters di Sviluppo Campania sono stati molto bravi a motivarci, fornirci nuove competenze e incoraggiarci a cercare possibilità di business alternative per i nostri progetti – commenta Alessandro Della Vecchia che assieme a Raffaella Ambrosino hanno ideato e stanno perfezionando Adagiosonoro -. Ad esempio grazie alle osservazioni critiche dei nostri docenti, noi abbiamo capito che il nostro progetto difficilmente sarà scalabile. Però anche grazie al network nel quale siamo stati inseriti, e alle esperienze del mondo imprenditoriale che ci sono state messe a disposizione, abbiamo capito come profilare le nostre skills e cercare nuove prospettive di business. L’idea iniziale è stata letteralmente rimodellata e cambiata arrivando ad una versione decisamente più realizzabile e potenzialmente apprezzabile dal mercato”.

Sono stati tanti i temi approfonditi nei Creative Clusters finalizzati a formare startup pronte per la prova del mercato: “Il business model canvas, la sessione formativa su LinkedIn e lo studio di un business plan per noi sono stati strumenti di grande utilità. Ora andremo a cercare il nostro target e soprattutto ci dedicheremo ad una campagna di crowdfunding per essere operativi entro primavera”.

Aumento di capitale di 9 milioni per BeMyEye. FII Tech Growth ne mette più di 6

Si tratta del primo investimento del nuovo fondo FII Tech Growth. L’operazione prevede un investimento di 6,3 milioni di Euro, a fronte della sottoscrizione di una quota di minoranza, nell’ambito di un aumento di capitale per complessivi 9 milioni

Enterprise Ireland: l’isola dell’innovazione

Il Governo della Repubblica d’Irlanda è un attore protagonista nell’ecosistema delle startup. Attirando così interesse e capitali dal’estero

Xtribe, la startup dell’ecommerce social e geolocalizzato

Le nuove tecnologie a vantaggio della piccola e media impresa. Si possono vendere, comprare, noleggiare e barattare prodotti e servizi con chi è realmente vicino e può anche essere incontrato di persona

AXA Italia inaugura una nuova sede a Roma e scommette sullo smart working

Il gruppo assicurativo dà la possibilità ai suoi dipendenti di lavorare da remoto due giorni alla settimana. La struttura si adatta alla nuova filosofia che cerca il benessere dei suoi lavoratori