Mangatar lancia il suo primo videogioco italiano

Il gioco, dal titolo “Slybots: Frantic Zone”, è stato realizzato da Team Error e verrà lanciato il 18 gennaio

Presentato ufficialmente a ottobre scorso, il progetto Smart Publishing Hub di Mangatar accoglie il primo titolo Slybots: Frantic Zone, un local shooter multiplayer per PC reinventato con meccaniche stealth.

Il gioco è stato realizzato da Team Error, una piccola realtà indie di gran pregio composta da Ciro Continisio, Ennio Pirolo e Joakim Karlberg. Con l’obiettivo di creare un network altamente selezionato, Mangatar individua i migliori team indipendenti sulla scena italiana ed europea e sceglie di investire su prodotti con un potenziale brillante.

mangatar

Andrea Postiglione, CEO di Mangatar, spiega le ragioni della scelta: «Slybots mi ha colpito fin dall’inizio: nonostante fosse un prototipo, era già in grado di esprimere il suo valore. Non potevamo fare una scelta migliore per il debutto del nostro Smart Publishing Hub. Abbiamo lavorato a stretto contatto con Team Error per portare finalmente al grande pubblico questa piccola perla e vederla crescere nei prossimi mesi anche grazie ad una serie di novità che abbiamo in cantiere».

Slybots: Frantic Zone è un titolo rilasciato su Steam in Early Access da luglio 2015. Inizialmente chiamato Fatal Error, il gioco ha attraversato un’articolata fase di polishing che ha portato al cambio del nome, a nuove funzionalità, tra cui una nuova modalità di gioco, e a un piano specifico di go-to-market con il supporto delle professionalità dell’ Hub.

Ciro Continisio, designer di Team Error, dichiara: «Come molti sviluppatori indipendenti scoprono spesso a loro spese, le ultime fasi di sviluppo di un gioco non sono così semplici: il marketing e il lancio poi, sono step cruciali che, se gestiti con poca accortezza, possono pregiudicare le potenzialità di un titolo. Mangatar ci ha fornito un ottimo supporto per completare la realizzazione di Slybots: Frantic Zone. Ora siamo pronti a nuove opportunità».

Il gioco verrà lanciato lunedì 18 gennaio 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Exit per Tilt, l’app di social payment comprata da Airbnb per 12 milioni

Airbnb ha versato 12 milioni in cash nelle casse startup che facilita lo scambio di soldi tra persone via mobile, ma tra decine in bonus per i fonunders e scambi di quote l’ammontare totale dell’operazione ammonterebbe a 60 milioni

«Più sei popolare su Facebook più ti facciamo risparmiare su quello che compri»

Il potere degli influencer applicato all’eCommerce: fare un post su Facebook dicendo cosa compri può valere dai 5 ai 10 euro. E’ l’algoritmo della startup italiana Worldz. Dopo il round da 150K abbiamo intervistato il founder e Ceo, Joshua Priore

Disney ha acquisito MakieLab, la startup della prima bambola stampata in 3D

MakieLab dal 2012 produce giocattoli con la fabbricazione digitale. La famosa casa di intrattenimento per bambini l’aveva già accolta nel suo programma di accelerazione nel 2015 e ora ne assorbirà tecnologia e piattaforma

Perché per un mese, ogni martedì, siamo usciti dalla nostra redazione (e non finisce qui)

Siamo bravi con le parole, ma ci piace di più fare: così è nato un format di networking “leggero” e anche un po’ “carbonaro”. Le quattro colazioni The Next Tech a Milano con le startup sono state utili? Chiedete pure feedback a chi c’era