POMPEiforYOU

Un contenitore digitale ad alta tecnologia sotto forma di applicazione per dispositivi mobili, per la fruizione di beni turistico-culturali

“Anche un’App deve essere un’opera d’arte”: da questo principio prende forma POMPEIforYOU, un contenitore digitale ad alta tecnologia sotto forma di applicazione per dispositivi mobili. Una soluzione che permetterà la fruizione di beni turistico-culturali grazie alla combinazione di una serie di ingredienti: otto lingue, rispondenza diretta alle esigenze del turista, multimedialità, tecnologia ibeacons, realtà aumentata e una buona dose di storytelling. Il risultato è uno strumento pratico, veloce e intelligente con contenuti targettizzati sull’area di Pompei. I turisti potranno conoscere storia, arte, cultura, itinerari, eventi, news e i contenuti potranno essere destinati anche ad un ambito scolastico-educativo.

Rita Laurenzano, Rosa Canavacciuolo, Francesca Morgante, Giuliano Maria Fornasari, Fabiana Fuschino sono gli ideatori, e proprio in questi giorni l’App sta per entrare sul mercato. Una mano decisiva è arrivata dal Creative Clusters: “Qui abbiamo imparato cosa significa costruire concretamente un’impresa – commenta Rosa Canavacciuolo – ci sono state fornite diverse competenze di tipo tecnologico ed economico, con particolare riferimento ai mercati e ai fondi europei d’investimento. Siamo arrivati al Creative Clusters con troppe idee un po’ confuse, senza un focus ben definito; in tal senso i docenti ci hanno accompagnati in un percorso formativo di rimodellamento del nostro progetto iniziale fino ad arrivare, finalmente, ad una versione concreta e attuabile”.

“Siamo stati stimolati a cercare pragmaticamente le soluzioni ai problemi – spiega Giuliano Maria Fornasari – e ad effettuare analisi rigorose sui competitors. Anche il confronto con le altre startup, con i loro punti di vista, è stato molto importante. Tra i vari strumenti certamente il business model canvas è stato particolarmente apprezzato”. Il futuro è già arrivato, per una startup praticamente pronta alla prova del mercato: “Ora racconteremo la nostra idea ai potenziali investitori, mettendoli in contatto con la App che sta uscendo proprio in questi giorni. Spingeremo sul marketing e ci dedicheremo alla ricerca di un acceleratore che possa aiutarci”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le 6 startup finaliste di .itCup Registro 2017

Dalle 110 candidature arrivate per la sesta edizione della .itCup organizzata dal Registro.it sono stati selezionati i progetti innovativi che parteciperanno alla .itCup School a Pisa. E che il 26 ottobre saranno in finale a Roma

Negli Stati Uniti arriva il primo avvocato-robot al mondo. Ed è gratuito

Il robot, che si chiama DoNotPay, in realtà è un’intelligenza artificiale in forma di chatbot e offre consulenza gratuita a chi non può permettersi un legale in carne e ossa. Nei due anni di sperimentazione ha contestato 375mila multe per il parcheggio

McDonald’s firma una linea di abbigliamento e la consegna a casa con UberEats

La famosa catena di fast food ha pensato per il 26 luglio a una campagna per celebrare il Global Delivery Day: in quella data chi ordinerà con UberEats si verà recapitare a casa un articolo con riferimento al marchio del Big Mac

I vincitori della prima edizione: “Siamo cresciuti grazie a Start To Be Circular”

Grazie alla call di Fondazione Bracco la startup Orthoponics ha acquisito le giuste competenze per conquistare il mercato. Scadenza il 3 di novembre. In palio un premio del valore di 10.000 euro e l’ingresso nell’incubatore SpeedMiUp