Da Como a Londra: Directa Plus sbarca all’AIM e raccoglie 16,8 milioni

L’azienda nata a ComoNext mette sbarca sul listino londinese e vende 17mila azioni al debutto. Directa Plus ad oggi ha il più grande stabilimento di grafene in Europa

Directa Plus, azienda italiana tra i più grandi produttori e fornitori di materiali a base grafene al mondo, si è quotata venerdì 27 maggio sull’AIM di Londra. «Arrivare alla Borsa di Londra è stato per noi un importante traguardo» ha commentato Giulio Cesareo, fondatore e Ceo di Directa Plus, sottolineando che «questa è al contempo solo una tappa del nostro percorso di crescita».

Grafene-Miracolo-a-Lomazzo_h_partb

Il più grande stabilimento europeo di produzione grafene

Directa Plus è nata nel 2005 al Parco Scientifico Tecnologico ComoNext di Lomazzo, è specializzata in nanomateriali a base di grafene ed ha al suo attivo 36 brevetti. L’azienda tecnologica è uno dei maggiori produttori e fornitori di prodotti a base grafene identificati dal brand G+ e destinati ai mercati internazionali consumer e industriali. L’azienda ha inaugurato a giugno del 2014 le Officine del Grafene, uno dei più grandi impianti europei per la produzione di fogli di grafene altamente puro progettato seguendo una logica modulare replicabile ed esportabile.

Cos’è il grafene e perché è il materiale del futuro

 

«Un grazie particolare va a chi ha creduto in noi, agli investitori storici per il supporto dato in questi anni e ai nuovi investitori che stanno scommettendo insieme a noi sul grande potenziale dei nostri materiali» ha detto ancora il numero uno di Directa Plus. «Directa Plus ha potuto beneficiare di un importante contributo sia da parte degli investitori britannici che da quelli del resto d’Europa» ha rimarcato Sir Peter Middleton, chairman del board di Directa Plus, che è stato Group Chairman di Barclays Bank e Permanent Secretary presso il Ministero delle Finanze britannico”.

I numeri di Directa Plus: 16,8M raccolti per 17mila azioni

Directa Plus ha raccolto circa 12,8 milioni di sterline, pari a circa 16,8 milioni di euro, vendendo 17.033.334 azioni al prezzo di 75 pence, poco meno di un euro. Il valore di mercato azionario di Directa Plus all’attuale prezzo di collocamento è di circa 33,2 milioni di sterline, pari a 43,5 milioni di euro. Il totale delle azioni ordinarie emesse è 44.212.827. L’azienda di Lomazzo commercia sull’AIM di Londra con il ticker DCTA.L.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le 6 startup finaliste di .itCup Registro 2017

Dalle 110 candidature arrivate per la sesta edizione della .itCup organizzata dal Registro.it sono stati selezionati i progetti innovativi che parteciperanno alla .itCup School a Pisa. E che il 26 ottobre saranno in finale a Roma

Negli Stati Uniti arriva il primo avvocato-robot al mondo. Ed è gratuito

Il robot, che si chiama DoNotPay, in realtà è un’intelligenza artificiale in forma di chatbot e offre consulenza gratuita a chi non può permettersi un legale in carne e ossa. Nei due anni di sperimentazione ha contestato 375mila multe per il parcheggio

McDonald’s firma una linea di abbigliamento e la consegna a casa con UberEats

La famosa catena di fast food ha pensato per il 26 luglio a una campagna per celebrare il Global Delivery Day: in quella data chi ordinerà con UberEats si verà recapitare a casa un articolo con riferimento al marchio del Big Mac

I vincitori della prima edizione: “Siamo cresciuti grazie a Start To Be Circular”

Grazie alla call di Fondazione Bracco la startup Orthoponics ha acquisito le giuste competenze per conquistare il mercato. Scadenza il 3 di novembre. In palio un premio del valore di 10.000 euro e l’ingresso nell’incubatore SpeedMiUp