Napolitano (Peekaboo): «Vi presento gli 11 progetti del Lean Startup Program»

A Talent Garden Cinecittà il Pitch Day con le 11 startup della seconda edizione del Lean Startup Program di Peekaboo

Si è svolto il 21 dicembre a Talent Garden Cinecittà (a Roma) davanti ad una platea di 300 investitori, manager e startupper, l’evento finale di presentazione delle 11 startup del Lean Startup Program di di Peekaboo, community di founder, designer, developer e innovatori che collaborano per far crescere le proprie idee. Il punto di Paolo Napolitano, ceo di Peekaboo.

Spesso ci lamentiamo dei nostri ragazzi, definendoli dei fannulloni. Di certo non è un aggettivo che appartiene ai 70 startupper provenienti da 6 città che hanno partecipato alla seconda edizione del Lean Startup Program, programma di pre-accelerazione nato per insegnare a sviluppare un’idea di startup a chiunque sia abbastanza motivato e determinato per poterlo fare. Gli startupper hanno mostrato entusiasmo, dedizione e coraggio nel portare avanti le loro idee, partendo da zero e arrivando in 3 mesi a presentare le proprie startup davanti ad una giuria composta dai principali attori dell’ecosistema romano: Augusto Coppola di Luiss Enlabs, Peter Kruger di Startupbootcamp, Gianluca Granero di Pi Campus, Ilaria Potito di Tim Working Capital, Antonio Venece di Geeks Academy, Gianmarco Carnovale di Roma Startup, Giulio Gatti di Gatewest Capital e Adriano Meloni, Assessore per lo sviluppo economico di Roma.

Durante l’evento si sono susseguiti gli interventi degli investitori di Peekaboo Presidente Paolo Angelucci e Claudio Rossi, i CEO delle aziende partner di Peekaboo, Marco Carboni di Alternatyva e Roberto Provenzano di Soft Strategy, per concludere con l’inspirational speech di Ernesto Ciorra Head of Innovation di Enel, che ha incentivato gli startupper ad imparare dai propri errori ed a continuare a credere nei propri sogni.

Peekaboo

Ecco le 11 startup arrivate in finale alla seconda edizione del Lean Startup Program di Peekaboo

1. Seedpix

La comunity fotografica di Seedpix vuole creare la prima e la più grande classifica di fotografi al mondo, permettendo alle persone di scalarla interagendo in maniera diretta con gli esperti. Sito web: http://www.seedpix.it/

2. QWish

E’ il portale per realizzare i tuoi sogni e quelli dei tuoi cari. In pochi click potrai scoprire i loro desideri nel cassetto, cosa sognano avere da una vita e che non hanno mai potuto realizzare. QWish, ti darà la possibilità di non sbagliare un regalo e non vedrai mai più un finto sguardo di compiacenza per un regalo non azzeccato. Sito web: http://qwish.it/

3. UFit

UFit è un servizio che offre una prova abiti virtuale attraverso un Avatar 3D che presenta le stesse fattezze fisiche dello User. Sito web:  http://www.ufiteverywhere.com/

4. Foodcompany

Foodcompany è il punto d’incontro tra le persone che mettono al centro della loro vita il cibo e le relazioni umane. Facciamo incontrare i più talentuosi cuochi amatoriali italiani che aprono le loro cucine e le loro case ad appassionati da tutto il mondo. In alternativa offriamo anche il servizio di delivery nella stessa città per chi vuole gustare i piatti “home made” dei nostri cuochi ovunque voglia. Sito web: http://foodcompany.pagedemo.co/

5. Chiru

Chiru è un sistema software che, attraverso l’utilizzo di smartphone, tablet e pc, migliora la gestione della convalescenza e del recupero del paziente, sottoposto ad intervento chirurgico eseguito in giornata (Day Surgery), contribuendo così, alla riduzione della spesa sanitaria. Sito web: http://www.chiru.it/

6. Weesh

Weesh è l’app con la quale è possibile collezionare gadget legati a personaggi famosi del presente, del passato o a personaggi di fantasia. I gadget – definiti Weesh – possono essere connessi a places specifici o ad eventi di qualsiasi tipo. I Weesh sono elementi unici, free o a pagamento, e possono essere traferiti da un utente all’altro. Sito web: http://www.weeshapp.com/

7. Disgain

Disgain, team aziendale Soft Strategy, propone una soluzione applicabile al mondo Desktop e Mobile, che impedisce ad un Attaccante l’accesso a tali informazioni difendendo dunque indirettamente anche da attacchi di tipo MITM ( man in the middle ) e MITB ( man in the browser ). Sito web: http://www.disgain.com/landing/

8. Whitecollar

La camicia ovunque per te. Sito web: http://mywhitecollar.com/

9. Healthlink

Servizio nato dalla sponsorizzazione di Alternatyva, che permette a chi soffre di patologia di avere un contatto diretto con il dottore. Sito web: https://healthink.herokuapp.com/

10. Classup

Classup è una piattaforma web che permette l’incontro tra la domanda e l’offerta di lezioni private. Attraverso il nostro sito sarà possibile trovare il miglior tutor grazie ad un accurato sistema di feedback e di risparmiare grazie alla possibilità di creare gruppi di studio. Sito web: http://www.classup.it/

11. Qygo

L’App che ti permette di trovare l’offerta più vicina a te. Sito web: http://www.qygo.store/

Vincitrice della seconda edizione del Lean Startup Program è stata Disgain, al secondo posto Chiru e terzo posto Weesh.

Ma oltre la classifica e gli stupefacenti risultati della seconda edizione del Lean Startup Program, il bello del lavorare con giovani menti nello sviluppo di idee che possano migliorare il mondo, viene dall’entusiasmo con cui si cerca di cambiare le cose.

La soddisfazione più grande per me viene infatti dai feedback dei partecipanti al programma, che affermano come questa esperienza gli abbia cambiato la vita. Tra tutti ho scelto quello di una ragazza:

«Il Lean Startup Program mi ha dato l’opportunità di attuare un progetto che potrebbe diventare il mio futuro lavorativo e che soprattutto mi ha dato l’opportunità di non ritornare a vivere all’estero e credere ancora nel futuro dell’Italia.»

L’entusiasmo di questi ragazzi nel credere nei propri sogni è la speranza più grande per il futuro del nostro Paese.

PAOLO NAPOLITANO

Se Trump è alla Casa Bianca non è merito delle bufale sul web, dice questo studio di Stanford

Secondo una ricerca condotta da due economisti della Stanford University e della New York University, le bufale condivise sui social nel periodo pre-elettorale non sono state decisive nell’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca: le persone nemmeno le ricordavano

UberEats si espande su Milano, nuove zone servite da Città Studi a NoLo

A due mesi dal lancio il food delivery di Uber amplia l’area coperta e i confini della consegna a domicilio dei piatti dei migliori ristoranti e locali milanesi. Il servizio si lancia oltre l’area della Circolare esterna, arrivando così a includere quartieri come Città Studi, San Siro, Portello, NoLo e la Maggiolina

Intesa Sanpaolo e Federico II creano un hub per fare open innovation al Sud

Il progetto del Gruppo Intesa, all’interno del Campus che ospita la iOs Academy di Apple, vuole creare sinergie tra l’Università e imprese. Due gli obiettivi principali del nuovo polo: ridurre la disoccupazione e fermare la fuga dei cervelli