KeyCapital scommette sulla App CheckBonus

Il venture incubator fondato da Giorgio di Stefano investe nello sviluppo del progetto della startup milanese. Il cui lancio è previsto a settembre

Casolari SI

Giorgio Di Stefano andrà presto a sedersi nel consiglio d’amministrazione di CheckBonus. Affiancando Yuri Ceschin e Pierluigi Casolari (nella foto, ndr), rispettivamente Cto e Ceo della startup milanese. Di Stefano è fondatore (nel 2012) e Ceo di KeyCapital srl, e ha deciso di investire con il suo venture incubator nello sviluppo della App CheckBonus. Il cui lancio è previsto per settembre. Da qui il suo ingresso nel cda della creatura di Ceschin e Casolari.

CheckBonus è un generatore di “store traffic” e propone una soluzione completamente “mobile” ad uno dei problemi più attuali del retail, ovvero la perdita di appeal rispetto alla fascia di utenti giovani che sempre più utilizza l’e-commerce come alternativa all’acquisto tradizionale, e che allo stesso tempo sempre più massicciamente usa il mobile come principale shopping assistant.

Secondo recenti studi Nielsen – spiega in un comunicato la startup milanese – oltre il 70% dei possessori di smartphone utilizza oggi shopping apps all’interno dei punti vendita, sia come strumenti di potenziamento dell’esperienza d’acquisto che come sorgente di informazioni per completare (on o offline) l’acquisto.

CheckBonus offre a negozi specializzati e grande distribuzione organizzata un sistema di raccolta punti per ogni ingresso, e alle aziende nuove modalità di comunicare efficacemente promozioni e comunicazioni in store, nonché innovative possibilità di misurare il valore della pedonalità.

Qui sotto, il pitch di ChekBonus al Talent Garden

Visa for Venezia: come i pagamenti elettronici sosterranno il futuro della città lagunare

Una partnership unica per supportare la trasformazione digitale in città e preservare il suo futuro. Tutti potranno offrire un contributo, cittadini e turisti: anche solo pagando elettronicamente nei negozi

Maturità 2019, i consigli di Luca Serianni per superare l’esame

Tempo di maturità per migliaia di studenti. Manca pochissimo all’inizio della prima prova scritta, quella di italiano, prevista per il 19 giugno. A StartupItalia interviene il professore Luca Serianni, a capo della task force del Miur preposta per la modifica della maturità.

Sapienza e CNR realizzano la più grande macchina di calcolo basata sulla luce

Si chiama Ising la tecnologia che ha realizzato la più grande macchina di calcolo basata sulla luce per la risoluzione di problemi complessi. Lo studio tutto italiano, è stato condotto dal team di ricerca del Dipartimento di fisica della Sapienza e dell’Istituto dei sistemi complessi del Cnr