Si startup contest/JoinJob

Citroën Créative Technologie entra nel vivo: presentiamo le startup che si contenderanno i tre premi. Leggi, guarda e poi vota la tua preferita

vota joinjob 600x400

Chi ne ha troppo e chi ne ha troppo poco: il tempo. I fondatori della startup JoinJob – Valerio De Simone, Marco D’Avino, Stefano Mazza e Luca De Angelis – hanno iniziato a forgiare il loro progetto per mettere in contatto queste due categorie. La moneta di scambio è, appunto, il tempo. E il lavoro, particolare tutt’altro che trascurabile in un periodo di scarsa sicurezza economica.

Sulla piattaforma, spiega De Simone a StartupItalia!, «gli utenti alla ricerca di qualcuno che svolga per loro un servizio, da una lezione di matematica o a un aiuto per montare un mobile, potranno rivolgersi alla comunità di jobber e completare online il pagamento per la prestazione ricevuta». Agli ideatori del servizio andrà il 15% della transazione. C’è spazio per utenti senza particolari abilità e per liberi professionisti o piccole imprese che vogliono mettere sul piatto le loro competenze specifiche.

«Nel mese marzo abbiamo ottenuto un finanziamento agevolato della Regione Lazio che ci ha permesso di dedicarci a tempo pieno a JoinJob», spiega De Simone, che il salto lo ha fatto sul serio lasciando il suo lavoro di consulente universitario in settembre e buttandosi a capofitto nella sfida. I compagni d’avventura, invece, hanno per ora mantenuto i loro impieghi. «Il debutto della piattaforma è previsto in autunno, successivamente arriveranno le applicazioni per iPhone e per Android».

Aspetto interessante è l’attenzione per la dimensione locale nell’erogazione del servizio in gestazione: il fondatore della startup spiega che «si comincerà concentrandosi su Roma, grazie anche all’intesa raggiunta con il XVII Municipio capitolino, e lavorando sui feedback degli utenti». Solo in un secondo momento si partirà alla conquista di Milano e di altre città. Oltre a lavori e servizi generici, JoinJob metterà a disposizione la piattaforma per impegni socialmente utili, come «l’assistenza infermieristica o quella per anziani».

Guarda la videintervista, e vota la tua startup preferita su http://www.startupitalia.eu/it/citroen/concorso.

Joinjob from StartupItalia! on Vimeo.

Smart working: rendilo possibile con un DAM Intelligente

15% di produttività in più, 20% in meno di assenze e meno 30% sui costi di gestione degli spazi. Lo Smart working è una sfida operativa e culturale che sembra offrire molti vantaggi, anche grazie a strumenti integrati che fanno del cloud la loro carta vincente

A Bresso (Milano) la prima aula scolastica dedicata interamente alla realtà virtuale

Le prime classi dotate di realtà virtuale iniziano a comparire anche in Italia. E’ il caso della scuola primaria Kennedy di Bresso (hinterland di Milano), dove c’è la prima aula europea interamente dedicata alla MVR (mixed virtual reality).