Startup, ve la do io Berlino

Il 6 settembre c’è Startup Safary: nella capitale tedesca cento eventi, e decine di aziende apriranno le porte. Il racconto di uno degli organizzatori, Giuseppe Colucci

ploonge 600x400

«Startup Safary Berlin sarà la prima giornata di open doors per startup a Berlino. 60 aziende piccole o medio-grandi apriranno le proprie porte all’intera community di Berlino per workshops, tours, Q&A, networking meetups. L’obiettivo è quello di portare l’intera community insieme, per dialogare, per conoscersi meglio, creare opportunità di business, far sì che chi ancora non fa impresa si lasci ispirare da coloro che ci sono riusciti. Però, ovviamente, non vuol essere un evento auto-celebrativo ma vuole aprirsi anche al resto d’Europa… ». Parola di Giuseppe Colucci, italiano a Berlino.

La capitale tedesca, oggi una delle città più accoglienti per le startup, si appresta a diventare domani, 6 settembre, il cuore dell’innovazione europea con Startup Safary Berlin. Non sono pochi i giovani imprenditori italiani che stanno mettendo radici a Berlino, con tanto di quotidiano online per gli italofoni della città: Ilmitte, dove lo Startup Safary è stato illustrato in un articolo da uno degli organizzatori, Giuseppe Colucci: 28 anni, da quasi 3 nella capitale tedesca, dove ha gettato le basi per lo sbarco di una startup tutta italiana, Ploonge. L’intervista completa su Italiani di Frontiera.

Verso un rene in provetta? L’overfunding del progetto di ricerca dell’Università Bicocca

Sulla piattaforma Produzioni dal Basso è stato raggiunto l’obiettivo di 5mila euro in una settimana. Le prospettive del crowdfunding per la ricerca in Italia. Non scordandosi mai della comunicazione

Uber Eats, ora puoi pagare anche con Apple Pay

La piattaforma di food delivery consentirà in venti mercati, fra cui l’Italia, di saldare la consegna direttamente col sistema della Mela. E fra le proposte arriva anche mercato Testaccio