Startup, ve la do io Berlino

Il 6 settembre c’è Startup Safary: nella capitale tedesca cento eventi, e decine di aziende apriranno le porte. Il racconto di uno degli organizzatori, Giuseppe Colucci

ploonge 600x400

«Startup Safary Berlin sarà la prima giornata di open doors per startup a Berlino. 60 aziende piccole o medio-grandi apriranno le proprie porte all’intera community di Berlino per workshops, tours, Q&A, networking meetups. L’obiettivo è quello di portare l’intera community insieme, per dialogare, per conoscersi meglio, creare opportunità di business, far sì che chi ancora non fa impresa si lasci ispirare da coloro che ci sono riusciti. Però, ovviamente, non vuol essere un evento auto-celebrativo ma vuole aprirsi anche al resto d’Europa… ». Parola di Giuseppe Colucci, italiano a Berlino.

La capitale tedesca, oggi una delle città più accoglienti per le startup, si appresta a diventare domani, 6 settembre, il cuore dell’innovazione europea con Startup Safary Berlin. Non sono pochi i giovani imprenditori italiani che stanno mettendo radici a Berlino, con tanto di quotidiano online per gli italofoni della città: Ilmitte, dove lo Startup Safary è stato illustrato in un articolo da uno degli organizzatori, Giuseppe Colucci: 28 anni, da quasi 3 nella capitale tedesca, dove ha gettato le basi per lo sbarco di una startup tutta italiana, Ploonge. L’intervista completa su Italiani di Frontiera.

Arriva la tassa sulla Coca Cola?

La Commissione Finanze ha dato il via libera a un emendamento Lega-M5s che prevede di tassare le bevande zuccherate per coprire l’esclusione del regime Irap per le partita Iva fino a 100mila euro

Diabete e fake news online: falsi due post su tre. La ricerca di Sanofi

Nella Giornata Mondiale del Diabete la società farmaceutica ha presentato uno studio che testimonia i rischi del web. Ma internet è anche il luogo dell’incontro e i social network possono motivare i pazienti