L’innovazione è tutta a Bolzano

Entra nel vivo l’Innovation Festival, con incontri che vanno dal ministro Chiara Carrozza a Carlo Ratti del Mit di Boston ed Eva Maria Börschlein del Guggheneim Lab

Innovation Festival Bolzano 600x400

L’Innovation Festival di Bolzano entra nel vivo. È il secondo giorno dell’appuntamento dedicato all’innovazione, alle nuove tecnologie applicate alla mobilità al turismo, alla tutela dell’ambiente e ai nuovi processi in agricoltura. Fino a domani pensatori, innovatori e intellettuali faranno tappa a Bolzano per la seconda edizione della kermesse.

Stasera al Palais Campofranco, in piazza Walther alle 21 Riccardo Luna, giornalista e autore di “Cambiamo tutto! La rivoluzione degli innovatori” (Laterza) e Hitendra Patel, direttore del Center for Innovation, Excellence and Leadership di Boston, parleranno di “Making social innovation real” ovvero di come innovazioni sociali offrano insospettate opportunità e come trasformare una buona idea in qualcosa che cambia il mondo e migliora la vita delle persone.

Il talento e i giovani saranno ancora protagonisti sabato nell’intervento del ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, che alle 16.30, parlerà proprio del loro “diritto di sperare” alla Libera Università di Bolzano in piazza Università 1. La Ministra dell’Istruzione incontrerà il fondatore del museo scientifico interattivo Città della Scienza di Napoli che è stato recentemente distrutto da un rogo. Si parlerà di come le società moderne debbano garantire il diritto all’apprendimento e supportare lo sviluppo dei talenti dei propri giovani.

Talento, giovani, innovazione. E startup. Sempre sabato, alle 16.30 al Museion in via Dante 6, ne parleranno Alexander M. Orlando, venture Capitalist and entrepreneur, e Fabio Lalli, ad di IQUII. Come devono essere concepite perché un Venture Capitalist le finanzi? Come si scrive un business plan e come si fa un pitch? A seguire lo stesso giorno al Museion in via Dante 6 alle 21 spazio all’architetto e ingegnere italiano Carlo Ratti che dirige il Senseable City Lab e insegna al centro di ricerca statunitense Massachusetts Institute of Technology, a Boston. Parlerà di Singapore o meglio di ”Live Singapore!”, il nome della piattaforma digitale che dà accesso e mette a disposizione dei cittadini la enorme quantità di dati che la città produce ogni giorno. Carlo Ratti spiegherà anche le implicazioni che ha la fusione tra società e big data.

Fra gli ospiti del Festival anche Eva Maria Börschlein (Guggheneim Lab BMW di Monaco), Giovanni Bignami (presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica), Jessica Jackley (social entrepreneur e co-fondatrice di Kiva, San Francisco), Albena Yaneva dell’Università di Manchester. E Frank Treppe del Fraunhover Institute di Monaco. Fra i giornalisti e divulgatori anche Carlo Mochi Sismondi, presidente Forum Pa, Philippe Daverio e Carlo Massarini.

LowRes | Il cimitero in HTML degli elefanti della politica

La comunicazione dei candidati ormai è affidata a impersonali siti di partito o al bailamme del social network. Ogni tentativo di personalizzare la presenza in Rete sembra abbandonato

TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari

L’unicorno fintech sale così a una valutazione di 3,5 miliardi di dollari: ecco tutti i numeri della piattaforma per trasferire denaro oltre confine (e non solo)

Impossible Foods, dopo l’hamburger ecco la neosalsiccia

La startup californiana, appena sbarcata da burger King con le sue polpette basate su proteine vegetali ma dal sapore simile alla vera carne, prepara nuovi prodotti

Torino, siglato l’accordo per un hub internazionale dell’innovazione alle OGR

Stimolare la ricerca ma anche attrarre startup e investimenti in fondi tech: questi gli obiettivi dell’accordo siglato da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center.