Un camper e tanti talenti: parte lo Startup Revolutionary Road Tour

La prima tappa sarà a Torino, poi Genova: si accendono i motori del Barcamper, il tour italiano che recluta giovani talenti. A bordo il team di dPixel, di Gianluca Dettori

Il Barcamper riparte per la nuova edizione di Startup Revolutionary Road Tour, progetto che vede la luce anche quest’anno grazie a Microsoft, Fondazione Cariplo e il coordinamento di Fondazione Filarete.

Anche quest’anno faremo un tour di scouting nazionale che toccherà 15 città. Selezioneremo un centinaio di team che potranno partecipare a 3 Techmeeting, workshop che consistono in due giorni di lavoro per affrontare i rudimenti del pitch e cominciare ad affinare il proprio progetto.

Da questi eventi saranno selezionate venti startup, che avranno accesso alla TechWeek, una settimana intensa di lavoro in cui si completa lo sviluppo del pitch e la documentazione di base.

I dieci migliori team avranno accesso al Techgarage che concluderà il tour.

Le prime due tappe, che da ora è possibile prenotare:

24 Marzo Torino, dove saremo ospiti dell’Università di Torino, presso il nuovo campus di Lungo Dora Siena

25 Marzo a a Genova, dove visiteremo gli amici di TAG Genova.

Ci si prenota un appuntamento con il team di scouting di dpixel sul sito.

 

 

Originariamente pubblicato sul blog di Gianluca Dettori

Smart working, cosa cambia dal 16 ottobre per chi ha figli in quarantena

La comunicazione “semplificata” che regola le disposizioni da seguire per mamme e papà in lavoro agile con figli in isolamento terminerà il prossimo 15 ottobre. Se la fine del periodo emergenziale verrà confermata, ci si dovrà attenere ai termini “standard”

TIM e Università di Padova, la collaborazione contro il digital divide

Un’intesa per la distribuzione di 48 mila SIM e altrettanti modem LTE da destinare agli studenti, in vista dell’inizio delle lezioni, che si svolgeranno prevalentemente in forma mista

Doppio Malto vola alto, 16 milioni di fatturato e nuovi locali in vista

Il birrificio, nato a Erba nel 2004, è in continua crescita. Oltre all’aumento di fatturato, l’azienda ha aperto la prima birreria fuori Italia e si prepara a lanciarsi anche sul mercato britannico