StartCup Piemonte: alla ricerca di buone idee

Scadenza 4 maggio e 20 luglio per i due concorsi della StartCup Piemonte-Valle D’Aosta. Premi in denaro, formazione ed assistenza e possibilità di partecipare al Premio Nazionale dell’Innovazione

La Start Cup Piemonte-Valle d’Aosta è un concorso di idee imprenditoriali dedicato a tutti coloro che hanno un progetto innovativo.

La competizione, a partecipazione gratuita, prevede premi in denaro, formazione ed assistenza con tutor ed esperti del settore.

Possono partecipare le persone fisiche, singolarmente o in gruppo, facendo pervenire la domanda online sul sito ufficiale del concorso (www.startcup-piemonte-vda.it) entro due scadenze, il 4 maggio 2014 per il Concorso delle Idee e il 20 luglio 2014 per il Concorso dei Business Plan.

La competition si articola in 2 fasi. Nella prima fase – Concorso delle Idee – si presenta un’idea di impresa descrivendo sinteticamente il progetto ed evidenziando il contenuto innovativo e i settori applicativi.
 Nella seconda fase – Concorso dei Business Plan – si presenta un business plan completo, che descriva un progetto imprenditoriale, caratterizzato da un alto contenuto di conoscenza, tecnica o tecnologica, indipendentemente dal suo stadio di sviluppo. A questa fase, possono partecipare sia i vincitori del Concorso di Idee, sia soggetti che non vi hanno preso parte.

Il Concorso, finalizzato allo sviluppo locale, ha l’obiettivo di sostenere la nascita di imprese ad alto contenuto di conoscenza e promuovere lo sviluppo economico del territorio oltreché offrire ai partecipanti l’opportunità di confrontarsi con idee e persone già coinvolte nel mondo produttivo.

I premi di 10.000, 7.500 e 5.000 euro verranno erogati in denaro e saranno subordinati alla costituzione dell’impresa nella regione Piemonte o nella regione Valle d’Aosta; allo svolgimento di tutte le pratiche presso uno degli incubatori del Concorso (I3P, 2i3T, Enne3, UNIVER, Pépinières d’Entreprises) entro 365 giorni dalla comunicazione ufficiale dell’esito del Concorso; al conferimento del premio nel patrimonio netto dell’impresa; alla trasmissione del certificato di iscrizione alla CCIAA dell’impresa.

Entro il mese di ottobre si sapranno i vincitori e i primi 5 classificati assoluti acquisiranno il diritto di partecipare al Concorso “Premio Nazionale per l’Innovazione” 2014 che si terrà a Sassari a dicembre 2014. Vi saranno anche altri quattro “premi speciali” offerti da alcuni degli enti promotori.

Visto che in questo concorso assumerà un’importanza rilevante il business plan, è bene che sia benfatto per quanto concerne il piano economico/finanziario, ma anche in relazione al focus sul team imprenditoriale, alla descrizione del prodotto/servizio e dell’innovatività dell’idea, all’analisi del mercato e del contesto competitivo, al modello di business e relativa attività di marketing e, infine, alla struttura operativa. Curate anche l’executive summary del business plan, che non deve superare le due pagine, pur contendendo tutti i temi analizzati nel piano.

Cominciate subito a organizzarvi per la presentazione della domanda e ricordatevi che, qualora abbiate bisogno di aiuto, noi ci siamo per darvi una mano, anche nella semplice compilazione della domanda.

Marco De Paolis – Team Pro Business

[email protected]

Rimani aggiornato sui bandi in scadenza, segui i Deal di StartupItalia!

 

Eventi digitali da non perdere dal 22 al 28 luglio

Dalla presentazione del libro Viral Marketing a Firenze al Campus Party a Milano passando per il Design Sprint e Meet The Media Guru: tutti gli eventi digitali da non perdere segnalati da Andrea Romoli

N26 raccoglie 470 milioni di dollari

Continua l’ascesa di N26. A seguito del nuovo round di finanziamenti, la banca mobile tedesca, è ora valutata 3,5 miliardi di dollari. A inizio gennaio presentava una valutazione di 2,7 miliardi di dollari

Google insieme a Fondazione Agnelli per la didattica digitale

Lo scopo dell’accordo è mettere a punto progetti per costruire insieme ai docenti italiani strategie e pratiche didattiche innovative con strumenti digitali. L’intervista a Andrea Gavosto direttore della Fondazione Agnelli

Israele, le opportunità per le startup italiane

Considerata la Startup Nation per eccellenza, Israele incentiva lo sviluppo di startup sul suo territorio e la cooperazione internazionale. Ecco quello che c’é da sapere se si vuole collaborare con Tel Aviv