Vacanze per la terza età: i vincitori della Fellowship di Impact Hub

“Vorremmo garantire accessibilità da quando esci di casa a quando torni”. E’ Anna Riva a parlare, vincitrice con il suo team della Fellowship for longer lives di Impact Hub ed Axa

impact-hub_incubatore03

«Non si tratta solo di accessibilità per le disabilità motorie, ma anche accessibilità culturale, linguistica, alimentare». Sono le vacanze per la terza età di U-Life, vincitrice di 9 mesi di incubazione in Impact Hub Milano e 7 mila euro  grazie al bando Fellowship for longer lives indetto con la collaborazione di Axa e Swiss Re Foundation. E’ ad Anna Riva che è venuta l’idea: lavorando all’Anteas Lombardia (Associazione nazionale Terza Età attiva per la solidarietà) ha notato che era emerso un bisogno. Così, in uno degli incontri sul turismo accessibile ha avuto modo di raccontare ciò che le era venuto in mente ad altre persone, che hanno preso al volo l’opportunità e l’hanno incentivata a proseguire. Si trattava di Gabriele Favagrossa, Luigi Bandera e Federico Magnone; gli stessi che si sono candidati con lei al bando di Impact Hub. Tutti e quattro vengono dal mondo del no profit. «Noi vorremmo garantire l’accessibilità da quando esci di casa fino  a quando torni. Non è un’agenzia viaggio, è una piattaforma dove si possono trovare tutti gli itinerari con il rispettivo grado di accessibilità».

Il trampolino di lancio sarà l’Expo e la zona della Lombardia, poi puntano ad espandersi in tutta Italia. «Non vogliamo ghettizzare, né escludere una fascia della popolazione italiana che conta 4 milioni di individui. L’anziano con noi può viaggiare tranquillamente, sia come singolo utente, sia con un gruppo organizzato. Sarà la personalizzazione della vacanza il nostro punto di forza». Grazie all’Expo food tour, associazione legata CTS, mapperanno gli itinerari enogastronomici della Regione Lombardia e li riproporranno sulla propria piattaforma.

«La spinta iniziale l’ha data la voglia di fare qualcosa a forte impatto sociale. Venderemo i pacchetti vacanza sia online, sia offline tramite la nostra rete di contatti e di associazioni no profit che hanno a che fare con gli anziani».

Per adesso Anna non lascerà il lavoro. «Sarà impegnativo. Sono madre di due bambini e vorrei riuscire a coniugare tutte le cose. Posso dire però che sono molto soddisfatta del team che si è creato, riusciamo ad avere tutte le competenze necessarie per partire».

Tutti i numeri del crowdfunding in Italia. E i consigli di chi lo studia. «L’idea vincente? Trasformare gli investitori in ambasciatori»

Più campagne, più portali, più investitori. E il tasso di successo si mantiene elevato. Il Politecnico di Milano presenta il quarto rapporto italiano sul crowdinvesting. Intervista a Giancarlo Giudici, direttore dell’Osservatorio Crowdinvesting

Gli studenti di Benevento conquistano il terzo posto nella competizione europea di educazione imprenditoriale

Con la loro startup Farm Animal Trade, gli studenti dell’ITIS Lucarelli di Benevento si aggiudicano la medaglia di bronzo della Junior Achievement Europe Company of the Year Competition, la competizione europea di educazione imprenditoriale

Pagamenti elettronici, i vantaggi del contactless

Praticità, sicurezza e convenienza spingono la diffusione dei New Digital Payment: tra cui spicca il pagamento a mezzo NFC. L’esempio di Visa, tra partnership e difesa del consumatore

Israele, le opportunità per le startup italiane

Considerata la Startup Nation per eccellenza, Israele incentiva lo sviluppo di startup sul suo territorio e la cooperazione internazionale. Ecco quello che c’é da sapere se si vuole collaborare con Tel Aviv