Fioravanti: «Un milione per fare di Premium Store la più grande edicola virtuale italiana»

Tutti i giornali in un’unica piattaforma online: Digital Magics lancerà in estate EdicolaItaliana. “I tempi sono stati lunghissimi, abbiamo dovuto mettere nello stesso store anche concorrenti”

EdicolaItaliana

«Era un’idea ambiziosa e matta, così abbiamo deciso di realizzarla direttamente noi». E’ Alberto Fioravanti a parlare, CEO di Premium Store, startup lanciata da Digital Magics che ha ricevuto oggi un aumento di capitale di ben 1 milione di euro. Premium Store nasce nel 2012 e si pone l’obiettivo di essere la prima edicola virtuale italiana che raggruppi tutti i giornali del Paese. «Abbiamo messo insieme, sulla stessa piattaforma, Mondadori e L’Espresso, ad esempio, e altri concorrenti. C’è voluto tanto tempo per le trattative. Lanceremo la piattaforma nel periodo estivo e partiremo con una settantina di giornali in lingua italiana, poi ci espanderemo anche agli e-book». Le trattative sono state lente e si sono concluse in modo positivo a dicembre, dopo ben un anno, con 8 grandi aziende editoriali.

Premium Store, come 4w marketplace, è un’iniziativa nata all’interno di Digital Magics, l’incubatore certificato milanese. «Volevamo proporre qualcosa che non c’era prima: l’obiettivo è sviluppare edicolaitaliana.it. L’utente si iscriverà alla nostra piattaforma e potrà accedere con le stesse credenziali anche alle applicazioni proprietarie del Corriere e di Repubblica ad esempio» continua Fioravanti.

La startup permetterà anche ai piccoli editori di entrare nel mondo digitale: basterà mandare il pdf e saranno loro ad ottimizzarlo per il web. Ma non si tratta solo di contenuti testuali ed immagini, il modello sarà ibrido. La piattaforma sarà sviluppata in html5 e raccoglierà tutti i contenuti dei giornali, anche quelli multimediali condivisi sui diversi siti.

Edicola Italiana permetterà anche di velocizzare alcuni processi dei giornali cartacei. «Se Il Messaggero QuattroRuote vogliono fare un’offerta che includa il mensile nell’edizione del giorno dopo, possono farlo in modo rapido e ottenere i risultati in tempo reale. Non bisogna aspettare le lungaggini del packaging, ad esempio».

Il mondo del giornalismo tradizionale italiano, infatti, spesso è restio a ripensare i propri prodotti editoriali in chiave innovativa. Il mercato obbliga però ad una svolta digitale. Secondo il PWC Media and Entertainment outlook, entro il 2017 i ricavi delle vendite online cresceranno ancora del 40%. L’Italia conferma il trend: solamente nel 2013 si è avuto un aumento degli abbonamenti online dell’80%.

Digital Magics si inserisce in questo panorama: innovare la filiera editoriale a partire dal suo interno è uno dei suoi scopi principali. Lo conferma anche la partnership con RCS e la conseguente apertura dell’incubatore dedicato ai media.

rcsnest

L’investimento permetterà di sviluppare ulteriormente il business plan. Il 19 marzo è stato richiesto l’aumento di capitale, dopo poco più di due mesi è stato ottenuto. La media dei finanziamenti elargiti da Digital Magics è di circa 300 mila euro, ma in Premium Store si è voluto investire molto di più. Il livello delle partnership e l’ambizione del progetto richiedevano un ammontare pari almeno ad un milione di euro. «Se fossimo stati in Germania, probabilmente avremmo ottenuto dieci volte tanto. Siamo però in Italia e dovremmo essere smart ed efficienti, in modo da ottimizzare le risorse a disposizione».

Osé, è pronto il sex toy che fece deragliare il Ces 2019

Dal premio, prima assegnato, poi ritirato e di nuovo concesso, è partito un profondo dibattito intorno ai pregiudizi di genere e alla sessualità nel mondo della tecnologia. Il dispositivo di Lora Haddock è ora disponibile a 290 dollari

Nutella biscuits VS Biscocrema Pan di Stelle (la sfida del biscotto)

Barilla ha appena annunciato i nuovi frollini ripieni di crema Pan di Stelle: i Biscocrema. In vendita da metà gennaio 2020. Ma Julia Schwoerer, vice president marketing di Barilla, precisa “non è una risposta alla competition”