GipsTech, che colpo! 200 mila euro da Italian Angels for Growth

E’ la rete di IAG ad aver investito nel Gps per interni creato dal team di Matteo Faggin. Il finanziamento servirà per sviluppare la piattaforma e testare il prodotto

gips

200 mila euro di finanziamento. E’ il round appena concluso dalla startup di Matteo Faggin vincitrice di TechCrunch Italia 2013 che opera nel settore della geolocalizzazione in interni. Si chiama GipsTech ed utilizzando comuni smartphone permette di posizionarsi anche in ambienti chiusi. Gli investitori fanno parte della rete di Italian Angels for Growth (IAG), tra cui Massimo Vanzi che ha deciso di finanziare la startup.

I fondi verranno utilizzati per completare lo sviluppo della piattaforma e permettere di testarla con degli early adopters in diversi settori.

La startup è stata fondata da Matteo Faggin, 35 anni di Padova. La novità vincente di GIPStech è una tecnologia che porta le funzionalità del GPS all’interno degli edifici, senza richiedere una infrastruttura dedicata (tipo wifi e beacons che altri usano), e utilizzando comuni smartphone. Quindi rispetto ad altri concorrenti, una tecnologia potenzialmente più economica, affidabile e pervasiva.

 

Qui la storia di GipsTech raccontata da Roberto Bonzio

La Svezia inizia a sperimentare la corona digitale

Al via fino al febbraio 2021 i test sulla “e-krona”, che la Banca centrale di Stoccolma studia da tempo. Ecco le preoccupazioni di fondo sulla “cashless society”

eTwinning Indire: in Italia record di iscritti per il gemellaggio elettronico

Sono più di 10mila gli insegnanti italiani iscritti nel 2019 ai gemellaggi elettronici eTwinning, la piattaforma europea che dal 2005 mette in contatto insegnanti e classi per fare didattica in modi innovativi, sfruttando le nuove tecnologie

Il sogno di Lexus per la mobilità del futuro, sulla Luna

L’azienda automobilistica ha partecipato al contest della rivista Document Journal sui mezzi che potranno muoversi sul satellite terrestre. Il progetto Zero Gravity del designer Karl Dujardin apparirà sulla versione cartacea della rivista

Tracciabilità agroalimentare, Lombardia lancia la sua blockchain

Regione Lombardia ha lanciato una propria piattaforma per la tracciabilità tramite blockchain di carne e latte. E ora apre una consultazione pubblica per aprirsi a terzi