Startup Video Stories/ Mangatar: il manga diventa un social game

Raffaele Gaito, cofounder di Mangatar, ci racconta come si trasforma un manga in un gioco online social e come si fa a farlo solamente con le proprie forze

Raffaele gaito 600X400

Mangatar è un social game, è un gioco di carte online nel quale gli utenti possono creare i propri personaggi e sfidare altri utenti in scontri uno a uno oppure in missioni di gruppo. E’ social proprio perché si sfidano altre persone e non il computer”

Raffaele Gaito, uno dei cinque cofounder e back end developer, spiega che sono partiti da soli affidandosi alle proprie forze e risorse, in gerco bootstrap, ma poi hanno avuto un primo angel e a breve potrebbero ricevere un finanziamento piuttosto importante.

Il loro business non si limita ai confini italiani, ma è di stampo globale, tanto che hanno già più di 35.000 utenti registrati da molti Paesi del mondo, tra cui Brasile, Francia, Indonesia e Spagna. Addirittura l’Italia non è nemmeno la nazione con più iscritti.

Startup Italia – Raffaele Gaito from StartupItalia! on Vimeo.

Addio biglietti da visita, basta una stretta di mano per scambiarsi i contatti

Basta una stretta di mano per scambiarsi i nuovi contatti e averli direttamente memorizzati in rubrica. Stiamo parlando di Airbusinesscard, il braccialetto smart che manda in pensione i biglietti da visita cartacei

Impossibile Foods: in arrivo il pesce senza pesce

E’ l’ultima novità di Impossibile Foods, l’azienda della Silicon Valley fondata dal biologo molecolare Pat Brown: pesce che ha il sapore di pesce ma pesce non è. Obiettivo, proporre entro il 2035 un’intera gamma di sostituti vegetali per ogni tipo di prodotto a base animale

Social Academy, la prima piattaforma in lingua italiana di educational marketing è su CrowdFundMe

Finisce domani la campagna di crowdfunding. Social Academy, che ha ricevuto due anni fa un investimento di oltre 500mila euro, conta una community di 70.000 iscritti, 500 school e trainer, ha venduto oltre mille corsi e fatturato oltre 400mila euro.