Ecco le 8 startup che saranno incubate dal Gruppo Unipol

Dopo un corso di formazione al MIT di Boston sono ora impegnate nella fase di accelerazione intensiva con affiancamento per la ricerca di business partner e investitori

Selezionati i vincitori di Unipolideas, il progetto di accelerazione d’impresa del Gruppo Unipol, dedicato a imprenditori con idee innovative, economicamente e socialmente sostenibili, in grado di contribuire a ridurre le disuguaglianze e migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Assirank, CrisisLab, iTransport.it, NutriMe, ProbioMedica, RiskUp!, SchoolRising, Land2Lend: sono questi i nomi dei progetti che stanno partecipando al programma di accelerazione curato da Make a Cube, il primo incubatore in Italia specializzato in imprese ad alto impatto sociale, ambientale e culturale.

 unipolidea

Scelte da una giuria di esperti tra le centinaia presentate durante la Call for Ideas conclusasi lo scorso luglio, le idee di impresa vincitrici intendono trovare risposte innovative ai bisogni di domani. Dal crowdfunding civico come motore di rinascita per la scuola pubblica, all’utilizzo di una piattaforma di condivisione web per il rilancio dell’agricoltura, fino alla ricerca biomedica, i progetti vincitori di Unipolideas intendono avere un impatto positivo sulla vita di chi ci circonda.

Dietro alle otto idee di impresa, otto squadre di giovani che, in media, non hanno nemmeno trent’anni. E se i vincitori provengono da tutta Italia, per qualcuno il programma, rappresenta anche l’opportunità di ritornare a fare impresa nel proprio Paese. Tra i progetti scelti da Unipolideas infatti, anche un team di italiani con base a Berlino che, dalla capitale tedesca, porterà il proprio progetto di start up a Bologna.

Gli otto gruppi di aspiranti imprenditori sono attualmente coinvolti nella fase di incubazione, un momento di lavoro intenso fino al 19 dicembre, nel temporary campus di Bologna firmato Unipolideas. Qui i diversi team sono affiancati da una squadra di esperti di innovazione sociale e sviluppo d’impresa per trasformare il progetto in un’impresa scalabile e d’impatto.

Prima di approdare a Bologna, sono però gli Stati Uniti ad aver accolto gli 8 progetti. Grazie alla partnership tra il progetto Unipolideas e il Mobile Experience Lab (MEL) del Massachusetts Institute of Technology, gli otto team sono volati a Boston per partecipare ad un percorso di alta formazione all’innovazione digitale pensato espressamente per loro dal team di Federico Casalegno, scienziato italiano direttore del MEL, per toccare con mano la frontiera dell’innovazione mondiale sui temi delle smart city, del fintech, dello startupping, del customer engamement e della gamification. www.mobile.mit.edu

Questa esperienza immersiva ha consentito agli 8 team di approcciare al meglio l’esperienza residenziale dei 60 giorni del laboratorio di incubazione, durante il quale sono accompagnati nel trasformare un’idea in una impresa innovativa a favore della società da più di 50 mentor, esperti di livello internazionale e testimonial d’eccezione, e dalle migliori competenze presenti nel Gruppo Unipol.

Unipolideas intende, infatti, essere una piattaforma di open innovation in grado di promuove la collaborazione e la contaminazione tra le risorse e le competenze che il Gruppo Unipol ha maturato in oltre 50 anni di attività, le idee innovative e le abilità specifiche che ci sono fuori dall’impresa, per costruire insieme un futuro sostenibile.

Per consentire ai vincitori di ottenere il massimo dal percorso di incubazione, Unipolideas copre tutti i costi di vitto e alloggio, sia durante la trasferta americana, che durante il periodo di accelerazione a Bologna, garantendo anche una piccola diaria mensile.

L’esperienza di Unipolideas per i giovani imprenditori però, non si fermerà a dicembre. Al termine del percorso di incubazione, il team dell’incubatore e i mentor aziendali rimarranno al fianco delle startup per un periodo di accompagnamento di 4 mesi con l’obiettivo di segnalare le migliori opportunità di finanziamento per far crescere l’impresa. I progetti giudicati più interessanti avranno la possibilità di ricevere un investimento da parte di Gruppo Unipol e di entrare nell’albo fornitori ufficiali.

JCube, incubatore d’imprese certificato del Gruppo Industriale Maccaferri, ha recentemente siglato un accordo di collaborazione biennale con Unipol Gruppo Finanziario S.p.A., allo scopo di favorire e sostenere Unipol Ideas.

Tutti i numeri del crowdfunding in Italia. E i consigli di chi lo studia. «L’idea vincente? Trasformare gli investitori in ambasciatori»

Più campagne, più portali, più investitori. E il tasso di successo si mantiene elevato. Il Politecnico di Milano presenta il quarto rapporto italiano sul crowdinvesting. Intervista a Giancarlo Giudici, direttore dell’Osservatorio Crowdinvesting

Gli studenti di Benevento conquistano il terzo posto nella competizione europea di educazione imprenditoriale

Con la loro startup Farm Animal Trade, gli studenti dell’ITIS Lucarelli di Benevento si aggiudicano la medaglia di bronzo della Junior Achievement Europe Company of the Year Competition, la competizione europea di educazione imprenditoriale

Pagamenti elettronici, i vantaggi del contactless

Praticità, sicurezza e convenienza spingono la diffusione dei New Digital Payment: tra cui spicca il pagamento a mezzo NFC. L’esempio di Visa, tra partnership e difesa del consumatore

Israele, le opportunità per le startup italiane

Considerata la Startup Nation per eccellenza, Israele incentiva lo sviluppo di startup sul suo territorio e la cooperazione internazionale. Ecco quello che c’é da sapere se si vuole collaborare con Tel Aviv