Grey Ladder, cinema (e talento) da startup

Production e media entertainment nel segno dell’innovazione. In pochi mesi di attività il progetto ha già all’attivo collaborazioni e incarichi prestigiosi

Non sempre è necessario essere dei colossi per affermarsi nel mondo della produzione e oggi vogliamo raccontare la storia di Grey Ladder, startup che in pochi mesi ha già fatto parlare di sé.

Grey Ladder

 

Grey Ladder, 6 ragazzi, età media 26 anni, è una società che si occupa di production e di media entertainment che in pochi mesi di attività ha già all’attivo collaborazioni e incarichi prestigiosi, lavori all’avanguardia e un fatturato in crescita.

A oggi tra i progetti firmati da questa casa di produzione atipica e creativa ci sono 4 webserie di cui una per la Rai, un videoclip musicale in partecipazione con il calciatore Claudio Marchisio, 3 cortometraggi, il video promozionale del Parco Valentino – Gran Premio dell’Automobile e diversi video musicali di artisti emergenti della scena hip-hop nazionale (Ensi, Fred De Palma, Zuli).

Sono anche in cantiere nuovi lavori: Magna Mater, un film horror scritto e diretto da Emiliano Ranzani in collaborazione con Alessandro Regaldo (due dei soci) e un progetto d’animazione in collaborazione con il pittore Massimiliano Petrone.

Grey Ladder è principalmente ideazione, realizzazione, produzione, registrazione, montaggio e consulenza di produzioni culturali legate al cinema a all’audiovisivo. Per questa ragione è stato scelto questo nome 8he deriva dal termine scala di grigi o greyscale, usato nel settore della fotografia e in particolare della fotografia per il cinema) dietro il quale si celano ragazzi giovanissimi e talentuosi, che a dispetto della loro età, possono vantare un curriculum di tutto rispetto.

 

alessandro regaldo

Alessandro Regaldo, classe ‘89, diplomato con il massimo dei voti all’Accademia Nazionale delle Arti Cinematografiche, sceneggiatore e regista.

davide mela

Davide Mela, classe ‘89, diplomato con  il massimo dei voti nel master “Analisti di produzione cinematografica e televisiva e comunicazione crossmediale”, sceneggiatore e produttore di linea.

stefano accomo

Stefano Accomo, classe ’89, attore professionista diplomato con merito alla Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano.

emiliano ranzani

Emiliano Ranzani, classe ‘85, regista e direttore della fotografia; Edoardo Fornelli, classe ’89, laureato in Giurisprudenza a Torino, imprenditore e direttore d’impresa.

edoardo scavo

Edoardo Scavo, classe ’89, laureato in Business and management presso il College Menlo Park di Palo Alto in California, manager e organizzatore di eventi.

Professionisti con formazione diversa e profili complementari, uniti da una visione comune di questo lavoro e da una mission precisa: creare una vera e propria factory votata ai principi dell’innovazione alla disponibilità a mettersi al servizio di contenuti creativi e originali.

Non solo “commissioni” e attività delegate, l’obiettivo di Grey Ladder è crescere internamente per produrre nuovo materiale, proposte, idee e visioni, a partire dalla stessa think tank interna che è alla radice e al centro del progetto imprenditoriale.

Talento, creatività e professionalità ma anche continuo aggiornamento tecnologico e commerciale in risposta ad un sistema che evolve rapidamente sono le carte vincenti di questa società.

Grey Ladder dà voce agli artisti emergenti, dà forma alle idee fresche e ai progetti intrattenimento di ultima generazione e lo fa con un linguaggio nuovo, con l’approccio moderno, interdisciplinare, multipiattaforma e crossmediale che solo dei ragazzi nati nell’era del 2.0 possono avere.

Gli studenti di Benevento conquistano il terzo posto nella competizione europea di educazione imprenditoriale

Con la loro startup Farm Animal Trade, gli studenti dell’ITIS Lucarelli di Benevento si aggiudicano la medaglia di bronzo della Junior Achievement Europe Company of the Year Competition, la competizione europea di educazione imprenditoriale

Canon affida al crowdfunding la sua nuova action cam indossabile

Non solo le startup, ma anche i colossi si affidano al crowdfunding. E’ il caso di Canon che ha scelto di affidare la nascita della nuova camera ultracompatta e indossabile a una campagna di crowdfunding su Indiegogo, che nel giro di poco va in sold out

Israele, le opportunità per le startup italiane

Considerata la Startup Nation per eccellenza, Israele incentiva lo sviluppo di startup sul suo territorio e la cooperazione internazionale. Ecco quello che c’é da sapere se si vuole collaborare con Tel Aviv