Accordo Europcar-ViaggiArt, noleggi l’auto e scopri l’arte con un’app

Partnership tra la società di autonoleggio e la startup che ha reso disponibile su tablet e smartphone tutto il nostro patrimonio culturale

Salire a bordo di un’auto a noleggio in qualunque località italiana e scaricare  attraverso un QR code comunicato al momento del ritiro della vettura l’innovativa app ViaggiArt che permette di individuare i luoghi della cultura e d’interesse presenti nelle vicinanze per realizzare, in pochi minuti, veri e propri itinerari guidati alla scoperta del territorio o, semplicemente, programmare una visita mirata e veloce. È questo il primo frutto della nuova collaborazione tra Europcar, leader europeo dell’autonoleggio, e ViaggiArt, l’app che rende disponibile su tablet e smartphone tutto il patrimonio culturale riconosciuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. 

viaggiart

L’applicazione consente di geolocalizzare i luoghi della cultura più vicini al posto in cui ci si trova e filtrarli in base a specifiche caratteristiche (monumento storico, castello, interesse architettonico, area archeologica, edificio).
Attraverso l’app di ViaggiArt è possibile visualizzare le mappe per raggiungere i luoghi della cultura individuati, accedere alle guide dei monumenti (complete di foto, aneddoti, storie e disegni), ma anche selezionare servizi turistici collaterali come gli eventi in programma sul territorio, la richiesta di una guida turistica o la ricerca degli esercizi commerciali in loco. Il tutto per rendere la vacanza sempre più completa e priva di sorprese.

In quest’ottica, la partnership tra Europcar e ViaggiArt garantisce a tutti quelli che scaricano l’app di individuare, ovunque si trovino, la stazione di noleggio Europcar più vicina e avere un’immediata risposta a qualunque esigenza di mobilità.

L’obiettivo di ViaggiArt nel proporre un modello di fruizione dei ‘luoghi della cultura’ attraverso servizi tailor-made e con un’attenzione speciale alle aree secondarie e meno note che spesso nascondono grandi tesori, viaggia in perfetta sintonia con la filosofia “Moving your way” di Europcar, sempre attenta a soddisfare il cliente in ogni suo bisogno di mobilità con soluzioni di noleggio su misura per ogni target e per ogni esigenza.

«Attraverso la collaborazione con ViaggiArt abbiamo voluto sostenere una nuova startup sposando un progetto innovativo creato da giovani, che ci permette di mettere a disposizione gratuitamente nelle nostre vetture un’applicazione utile e di qualità in grado di migliorare l’esperienza del noleggio rafforzando il legame con le bellezze dei territori attraversati per business o per vacanza – ha sottolineato Riccardo Mastrovincenzo, Trade Marketing and Direct Sales Manager di Europcar Italia – i contenuti culturali di ViaggiArt saranno presto disponibili anche sul nostro sito: l’apertura automatica di una finestra informativa durante la ricerca on line di un noleggio, proporrà i luoghi da non perdere in una determinata località».

Realizzata da due giovanissimi ingegneri calabresi e premiata la scorsa primavera da Repubblica Next come migliore startup italiana sul turismo, l’app di ViaggiArt è disponibile per tutti i dispositivi mobili.

Oral 3D la startup che stampa la bocca dei pazienti

Oral 3D, la startup italiana che disegna soluzioni di stampa 3D semplici e a basso costo per specialisti in campo odontoiatrico e maxillo facciale, entra in LUISS EnLabs, l’acceleratore di startup di LVenture Group con un finanziamento di 145mila euro

Libra sotto torchio da parte delle banche centrali

Oggi a Basilea primo incontro fra i rappresentanti dell’associazione voluta da Facebook e i funzionari degli istituti, inclusa la Federal Reserve: è solo il calcio d’inizio di un complicato confronto fra colossi

Milano continua la sua lotta allo spreco alimentare: la call di Cariplo Factory

Food Policy Hot Pot nasce insieme al Comune di Milano per coinvolgere le startup e favorire la lotta allo spreco alimentare di grandi player della distribuzione. In città anche un hub di raccolta e distribuzione e una app, Too Good To Go