Ecco le 25 startup finaliste di Tech Hub Arena (da Ala a Zeesty)

Accelerate in tre mesi da Banco di Napoli, Federico II e Camera di Commercio presentano venerdì 23 i propri progetti a investitori e imprenditori

Sono tutte startup accelerate in tre mesi da Banco di Napoli, università Federico II e Cciaa (Camere di commercio). L’arena del Tech Hub di Napoli è il palco dove cercheranno di convincere della bontà delle loro idee e del loro percorso aziendale una giuria composta da imprenditori e investitori privati. 

Chi concorre a Tech Hub Arena

Tante le idee, diversissime le soluzioni prodotte. Tra le tante c’è l’open science di ReHub, gli occhiali intelligenti di Youbiquo, c’è l’innovazione nella ristorazione di Appetitoo. E c’è Volumeet un social network basato sui gusti musicali (qui una nostra videointervista).

C’è chi ha creato un sistema di noleggio e vendite di opere d’arte contemporanea come Artroom. Housetravelling per il noleggio di alloggi nei paesi dell’area mediterranea. Ma a Napoli non poteva mancare la consegna digitale della pizza di PizzaNow. Le idee sono davvero tante, molte interessanti. Qui l’elenco. E cosa fanno.

APP-kHmG-U230868365964nHD-1224x916@Corriereinnovazione

In palio un finanziamento da 50 mila euro

Di queste solo 7 potranno ottenere un finanziamento a fondo perduto della Camera di Commercio.  Per quelle che che venerdì 23 riusciranno ad accedere al contributo si tratta di una cifra che varierà tra i 30 e i 50 mila euro.

La giuria  di Tech Hub Arena

1) Maurizio Barracco, Presidente del Banco di Napoli
2) Silvio De Simone, Commercialista
3) Antonio Falcone, Amministratore Delegato di Principia SGR,
4) Marco Gay, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria
5) Alessandro Limatola, Vicepresidente della CCIAA di Napoli
6) Massimo Marrelli, Professore Ordinario, Rettore Emerito Federico II
7) Giuseppe Martini, Ricercatore, già Direttore centrale del CNR
8) Roberto Vona, Professore Ordinario Federico II
9) Davide Turco, Responsabile dei fondi Atlante di IntesaSanpaolo

 

Le 1000 donne che stanno cambiando l’Italia: Unstoppable Women

Da qualche anno stiliamo una lista delle donne da seguire nell’innovazione in Italia: fondatrici, manager, attiviste, ricercatrici che si distinguono per quello che fanno e che potrebbero essere d’esempio per averne molte di più e ogni volta ci meravigliamo della loro numerosità. A questo punto ci aiutate a scovarne 1.000?

Addio biglietti da visita, basta una stretta di mano per scambiarsi i contatti

Basta una stretta di mano per scambiarsi i nuovi contatti e averli direttamente memorizzati in rubrica. Stiamo parlando di Airbusinesscard, il braccialetto smart che manda in pensione i biglietti da visita cartacei

Impossibile Foods: in arrivo il pesce senza pesce

E’ l’ultima novità di Impossibile Foods, l’azienda della Silicon Valley fondata dal biologo molecolare Pat Brown: pesce che ha il sapore di pesce ma pesce non è. Obiettivo, proporre entro il 2035 un’intera gamma di sostituti vegetali per ogni tipo di prodotto a base animale

Social Academy, la prima piattaforma in lingua italiana di educational marketing è su CrowdFundMe

Finisce domani la campagna di crowdfunding. Social Academy, che ha ricevuto due anni fa un investimento di oltre 500mila euro, conta una community di 70.000 iscritti, 500 school e trainer, ha venduto oltre mille corsi e fatturato oltre 400mila euro.