Così il digitale sta rivoluzionando (e salvando) l’editoria italiana

Crescono le copie digitali vendute e il giro d’affari (+40%) cala invece il cartaceo. Gli italiani hanno scoperto l’amore per gli ebook

Il digitale sta conquistando il mercato dell’editoria italiana. Lo sta facendo lentamente, anno dopo anno, ma oramai i numeri testimoniano un netto cambio di tendenza nelle abitudini dei lettori italiani. Una crescita che nell’ultimo anno è stata del 39,4%, rispetto invece una ulteriore contrazione degli acquisti dei libri di carta, calato del 3,8%.

E’ questa la fotografia scattata dall’Associazione italiana editori (Aie) in un’indagine presentata nella giornata inaugurale del Seminario di perfezionamento della scuola per librai Umberto ed Elisabetta Mauri di Venezia. La rivoluzione del digitale sta avanzando a grandi passi nell’editoria libraria. Gli e-book la fanno da assoluti protagonisti del cambiamento di abitudini da parte dei lettori. Piacciono. A dispetto delle critiche e dei cliché che li vorrebbero fratelli minori dei libri di carta, si stanno affermando come nuovo modo di fruire la produzione libraria.

+ 40% giro d’affari. E cala il prezzo di copertina digitale

Rispetto al 2013 le vendite sono aumentate di quasi il 40% per quanto riguarda i ricavi. Più 88,4% se invece guardiamo al 2012. In termini assoluti si tratta di 53.739 libri venduti in formato digitale, costati in media 6,69 euro. In calo rispetto agli anni precedenti addirittura del 23%.

Quasi 7 milioni di italiani (parliamo del 13% della popolazione) li hanno letti nel 2014. E il taglio del 4% dell’Iva prevista nel decreto crescita dovrebbe ulteriormente rafforzare questo trend. Il fatturato complessivo del mercato libraio digitale ad oggi è di 51,7 milioni di euro. Con un importante trend di sviluppo. Come ha dichiarato infatti Giovanni Peresson al Sole24Ore la nuova fase prevedere un nuovo elemento che si affianca a quelli di lettura e di acquisto di un ebook. Sono in aumento infatti il numero di autoproduzioni di ebook, messi in rete a disposizione per il download, anche attraverso grossi distributori come Amazon. Un numero in crescita così forte da portare Peresson in uno scenario desolante a ben sperare nella passione degli italiani per la tecnologia.

Si legge sempre meno, ma gli ebook invertono la tendenza

Rispetto al 2013, due italiani in più su 100 hanno deciso di non leggere alcun libro. Erano in 57, oggi sono in 59. Tra il 2010 e il 2014 sono andati persi oltre 2,6 milioni di lettori. Ma se si sommano libri, e-book e e-reader il risultato è una spesa di quasi 1,5 miliardi di euro, in aumento (seppur lieve) dello 0,1%. E’ la carta a soffrire. Meno 3,8% nel 2014 sul 2013 il giro d’affari e  meno 6,8 le copie vendute.

 

Nasce Ico Valley, l’acceleratore per startup digitali dell’ex area Olivetti

All’interno degli stabilimenti spazi destinati alla formazione, luoghi condivisi tra le aziende sul modello del Bioindustry Park. Uno spazio dove si valorizzano servizi, Big Data, Intelligenza Artificiale, Internet of Things, cloud, blockchain.

Zuckerberg non teme il boicottaggio pubblicitario: “Torneranno presto”

Da una decina di giorni la campagna “Stop Hate for Profit” sta raccogliendo adesioni pesanti. I brand chiedono più decisione su odio e violenza verbale. Ma qual è l’impatto reale della crociata contro il social?

L’EdTech in Italia tra pubblico e privato: parola a Damien Lanfrey e Donatella Solda

Sono stati parte fondamentale del programma di digitalizzazione della scuola del MIUR fra il 2012 e 2018. Dopo questa eseperienza hanno fondato startup nell’ambito EdTech. Una chiacchierata a tutto tondo sul mondo dell’innovazione scolastica tra pubblico e privato

Recovery e autostrade, settimana de fuego per Conte

Il premier continua il tour per l’Europa in cerca di alleati. Venerdì e sabato nuovo summit per provare a decidere sugli aiuti comunitari. E il governo dovrà prendere una decisione su Atlantia

Uber compra Postmates, proseguono le manovre dei colossi del delivery

Dopo la fusione fra Just Eat/Takeaway con GrubHub, il gruppo guidato da Dara Khosrowshahi corre ai ripari e compra il piccolo player per consolidare le posizioni, specie sulal costa Ovest statunitense

LIFEdata, Sooneat e Hexagro vincono il contest Ceetrus4Innovation

Sono LIFEdata, Sooneat e Hexagro ad aggiudicarsi la finale di Ceetrus 4 Innovation, la Call 4 Startup organizzata da Ceetrus Italy in collaborazione con PoliHub, per individuare soluzioni e tecnologie innovative che rendano i centri commerciali luoghi di vita sostenibili e smart