100 euro ogni ora e altri 5 modi per prendere decisioni più veloci

Come si possono prendere decisioni più veloci se si fa impresa? Una questione capitale sia nella vita che per chi fa startup. I consigli di Inc

E’ capitato a tutti, più o meno. Perdere un’opportunità perché non si è avuta la prontezza di coglierla. Capita. Sia negli affari che nella vita privata ci è richiesto di prendere delle decisioni. E anche in maniera rapida. Un’infografica di Anna Vital, firma super famosa nel mondo delle startup per le sue illustrazioni sul mondo dell’impresa e del digitale, racconta come riuscire a prendere coraggio e decidere in fretta quando si tratta di cogliere o meno un’opportunità. Qui il focus, ripreso da Inc.com, è sul business e le startup.

how-to-decide-faster-startup

Credit Anna Vital

 

 

Sembrano scontate, a volte di facile applicazione. Ma non è così. Quando dobbiamo prendere una decisione spesso (in realtà quasi sempre) ci sono molte opzioni da prendere in considerazione. Limitarle non è facile, ma va fatto. Anche prendendosi il rischio di tagliare fuori un’opzione potenzialmente valida. Ma se il tempo è limitato, bisogna limitare anche le opzioni.

Un’altra opzione (che può essere considerata uno step successivo alla prima) è tracciare una linea tra ciò che è bene e ciò che è male per se stessi. Alcuni consigliano di tracciare una linea sul foglio e fare gli elenchi. Seguire il proprio istinto, la propria pancia, non è razionale, vero. Ma in caso di emergenza la prima sensazione, quella immediata, senza razionalizzazioni funziona sempre. Non si sa perché ma la pancia ha delle ragioni che la ragione spesso non comprende (si è una riformulazione di un vecchio motto).

Se non riesci a seguire l’istinto e cominci ad arrovellarti su soluzioni possibili allungando di molto i tuoi tempi di reazione, ricordati una semplice regola: l’indecisione uccide. Meglio prendere una decisione affrettata, magari non bene meditata, che non prenderne proprio e lasciare che le cose accadano. Bisogna accendere il processo decisionale e gestirlo fino in fondo. Lasciarsi andare nella palude dei ragionamenti non fa bene.

Una cosa che può far bene? Lo dice un vecchio adagio: pensare il proprio tempo come se fosse denaro. Valuta le ore della tua giornata in euro. 100 euro ogni ora. E pensa che ogni 10 minuti in più spesi per prendere una decisione ti costano circa 17 euro. Li vale? Forse sì, forse no. Ma il metro pare che funzioni.

Non è un processo immediato. Imparare queste tecniche richiede tempo. Energia. Però una lezione è importante. Concedetevi anche di sbagliare, di prendere decisioni importanti. E andate avanti, altre ne verranno e le prenderete meglio.

 

Ti potrebbe interessare anche

18 risorse video indispensabili per chi fa (o vuole fare) startup

Contenuti video eterogenei (podcast, corsi, interviste, ecc) sul mondo delle startup adatti sia ad un pubblico maturo che per chi si è appena avvicinato al mondo startup.

8 eventi casuali che hanno fatto nascere 8 startup più grandi al mondo

Instagram in realtà è nata a Firenze, Ebay da un gioco di borsa. Yelp da un’influenza. Ecco gli 8 eventi che hanno fatto nascere alcune startup più importanti del mondo

Avere una mamma premurosa e altri 15 motivi per non avviare una startup

Insicurezza, paura delle incognite, volontà mai confessata di preferire un posto da dipendente. Ma anche una mamma troppo premurosa tra i motivi per cui evitare di creare una startup

Dall’università di Stanford un corso per lanciare una startup (gratis)

Durante il corso “How to Start a Startup”, esperti di tutto il mondo spiegheranno come avviare una startup gratis. Ecco la prima lezione

Energia innovativa, la storia di Kaitek Flash Battery

Una startup nata letteralmente in un garage, e trasformatasi in un’azienda con un fatturato milionario. Grazie all’investimento in ricerca e sviluppo: per offrire un prodotto diverso, e più innovativo, rispetto alla concorrenza

Zuckerberg non teme il boicottaggio pubblicitario: “Torneranno presto”

Da una decina di giorni la campagna “Stop Hate for Profit” sta raccogliendo adesioni pesanti. I brand chiedono più decisione su odio e violenza verbale. Ma qual è l’impatto reale della crociata contro il social?

L’EdTech in Italia tra pubblico e privato: parola a Damien Lanfrey e Donatella Solda

Sono stati parte fondamentale del programma di digitalizzazione della scuola del MIUR fra il 2012 e 2018. Dopo questa eseperienza hanno fondato startup nell’ambito EdTech. Una chiacchierata a tutto tondo sul mondo dell’innovazione scolastica tra pubblico e privato

Uber compra Postmates, proseguono le manovre dei colossi del delivery

Dopo la fusione fra Just Eat/Takeaway con GrubHub, il gruppo guidato da Dara Khosrowshahi corre ai ripari e compra il piccolo player per consolidare le posizioni, specie sulal costa Ovest statunitense

LIFEdata, Sooneat e Hexagro vincono il contest Ceetrus4Innovation

Sono LIFEdata, Sooneat e Hexagro ad aggiudicarsi la finale di Ceetrus 4 Innovation, la Call 4 Startup organizzata da Ceetrus Italy in collaborazione con PoliHub, per individuare soluzioni e tecnologie innovative che rendano i centri commerciali luoghi di vita sostenibili e smart