Faceit (gaming) chiude un round da 2 milioni con United Ventures

La piattaforma di gaming Faceit ottiene un investimento da due milioni di dollari da United Ventures di Massimiliamo Magrini

Uno dei round più grossi dell’anno lo mette a segno una startup di italiani con sede a Londra, ma con un investitore italiano come United Ventures. Faceit si racconta come «la piattaforma di gaming che sta crescendo più velocemente». Ha sede nella capitale britannica ed ha appena raccolto due milioni di dollari di investimento in un round guidato da United Venture di Massimiliano Magrini. La startup, fondata dagli italiani Niccolo Maisto, Alessandro Avallone e Michele Attisani nel 2012, ha convinto gli investitori anche grazie al milione e mezzo di utenti registrati, 2 milioni di visitatori unici mensili per un totale di 5 milioni di game session al mese.

faceitFaceit è offre tornei online e competizioni mensili, ed è un servizio gratuito in parte. Le revenues vengono dai 30 mila sottoscrittori mensili che pagano una quota tra i 5 e i 12 euro. La startup descrive la propria piattaforma di gaming come una delle più attrattive in circolazione per il grande pubblico.  Faceit inoltre produce giochi che vanno sulla più nota Twitch, dove ha 500 mila followers.

«Lo smart working richiede un nuovo ecosistema lavorativo»

L’intervista a Marco Russomando, Head of Human Resources di illimity. «L’errore più grave sarebbe considerare il lavoro agile come misura d’emergenza»

Se l’open-innovation va a nozze con il Terzo Settore. Il modello della nuova impresa sociale

Già oggi esistono 15.000 imprese sociali, ma secondo l’Istat ma il numero potrebbe essere molto più alto nel prossimo futuro. Il risultato di questa grande trasformazione interna è che oggi dei 70 miliardi di euro generati in ambito nonprofit 50 sono “market oriented”. Non male per un settore solitamente rappresentato come dipendente da enti pubblici e da contributi una tantum