Scheda Cloudesire (cos’è e cosa fa)

Utilizzare a pieno il cloud, con tutti i benefici che questo strumento può portare. E’ il desiderio che ha dato il nome e l’obbiettivo di ClouDesire

Storia di ClouDesire

Utilizzare a pieno il cloud, con tutti i benefici che questo strumento può portare. Questo il desiderio che ha dato il nome al progetto, ma anche l’obiettivo da cui sono partiti i primi soci di ClouDesire, quando nel 2012 hanno capito che c’era nel mercato l’esigenza di commercializzare prodotti sul cloud. Così sono partiti con la realizzazione della loro idea. Paolo Lanari e Andrea Vecchi sono due informatici, ex ricercatori della Scuola Normale Superiore di Pisa, hanno sempre realizzato software e la startup è nata all’interno di una parent company fondata da loro due nel 2000 e chiamata Libero Logico. Nel 2013 conoscono Eddy Fioretti e nel mese di agosto dello stesso anno ClouDesire diventa un’azienda a tutti gli effetti, indipendente e con lo stesso nome dell’idea originale. La piattaforma consente ai venditori di software di automatizzare le attività più costose e impegnative, che sono però indispensabili per portare al meglio i propri prodotti sul mercato, erogandoli su qualsiasi cloud provider, pubblico o privato. Cloudesire permette ai produttori di software di semplificare problematiche tecniche specifiche, aiutando ad accorciare i tempi di distribuzione del software, i costi infrastrutturali e gli investimenti in termini di marketing e vendite, permettendo loro di costruire il proprio archivio privato di web-app su cloud e di esporlo immediatamente ai propri clienti e prospect.

Cosa fa Cloudesire

Ad oggi il team di ClouDe – sire è composto da quattro persone: Eddy Fioretti è il Ceo, Andrea Vecchi è il Cto, Giovanni Toraldo il Lead Developer e Paolo Lanari un azionista, tutti quarantenni. Insieme a loro lavorano altri quattro sviluppatori, mentre due ragazze di LiberoLogico supportano le attività di comunicazione e market – ing. In tutto ci lavorano sette persone. Prospettive e progetti per il futuro ce ne sono, «Am – pliare il più possibile la penetrazione del mercato continuando a sviluppare tutte le caratteristiche del nostro prodotto che ci differenziano dagli altri, continuando a mantenere leadership tecnologica e al tempo stesso spingendo sull’ internazionalizzazi – one», anticipa Eddy Fio – retti.

Ti potrebbe interessare anche

29 startup italiane a Londra a caccia di 50 milioni di investimenti

Italia Startup porterà un gruppo selezionato di startup a Londra all’Unbound Digital il 25 novembre. Cercheranno di portare in Italia 50mln di

ClouDesire unica italiana selezionata per la finale del Cloud Innovation World Cup di NYC

Selezionata tra applicazioni che arrivavano da 60 paesei, la startup pisana è tra le 30 da tutto il mondo che si giocherà il titolo di Cloud Innovators 2015 l’8 luglio a New York

ClouDesire: noi non abbiamo (solo) la testa tra le nuvole

Paolo Lanari, socio fondatore di ClouDesire, racconta la startup che offre una soluzione per le barriere di ingresso al Cloud Computing

Ecco le 2 startup italiane che hanno sbancato Uk-Italy Springboard

Cloudesire e WelikeCRM sono le startup hanno superato il confronto con altre imprese finaliste: vincono un piano di internazionalizzazione con il supporto di un team di imprenditori ed esperti della rete globale del governo britannico

L’Italia al penultimo posto in Europa per occupazione femminile. Il cambiamento passa dalle Role Model

Favorire il ruolo delle donne nei settori più tecnologici di mercato e rendere il mondo del lavoro a misura di conciliazione casa/lavoro sono sfide che si possono vincere. Le iniziative di Federmanager e l’esempio di ALD Automotive

DressYouCan: noleggiare abiti è cool e fa bene al pianeta

Il fashion renting nasce negli USA e conquista anche Regno Unito e Cina e arriva in Italia, paese d’alta moda. Un business che nel 2023 si stima raggiungerà 2 miliardi di dollari. A Milano c’è DressYouCan, con showroom e consulenti

Le migliori università in Italia per studiare informatica

Il corso di Laurea in Informatica mira a preparare figure professionali dotate di conoscenze nei vari settori delle scienze e tecnologie dell’informazione. Il Censis recensisce le università migliori in tutta Italia. Ecco le classifiche per lauree triennali e biennali.

I cartoni animati nel piatto: l’idea creativa di una mamma per traformare il cibo in opera d’arte

Da Spongebob alla regina cattiva di Biancaneve: Laleh Mohmed investe la sua creatività per trasformare i piatti dei suoi bambini in composizioni colorate che si mangiano con il sorriso

Social Academy, la prima piattaforma in lingua italiana di educational marketing è su CrowdFundMe

Finisce domani la campagna di crowdfunding. Social Academy, che ha ricevuto due anni fa un investimento di oltre 500mila euro, conta una community di 70.000 iscritti, 500 school e trainer, ha venduto oltre mille corsi e fatturato oltre 400mila euro.