Lventure Group e Italian Brand Factory coinvestiranno in startup made in Italy

Due dei principali operatori italiani di Venture Capitale cercano opportunità di co-investimento in startup del settore Food, Fashion e design italiano

(Comunicato Stampa) 7 luglio 2015 – LVenture Group, tra i principali operatori italiani di Venture Capital e unico quotato sul MTA di Borsa Italiana, e Italian Brand Factory, prima organizzazione di Venture Capital focalizzata sull’Innovative Made in Italy, annunciano un accordo di collaborazione finalizzato a accelerare e co-investire in startup del Made in Italy.
In particolare, LVenture Group e Italian Brand Factory si impegnano nello scambio di informazioni e possibili co-investimenti nell’ambito del Made in Italy innovativo e più specificamente nei settori food, fashion e design.

A livello internazionale stiamo vedendo un’esplosione di nuovi fashion brand che si sviluppano sull’onda delle nuove tecnologie, finanziati da operatori di venture capital. Noi di LVenture Group riteniamo che l’Italia offra molte opportunità in questo settore – dichiara Luigi Capello, CEO di LVenture Group – Con Italian Brand Factory vogliamo dare nuova linfa al Made in Italy puntando su quelle startup capaci di interpretare in maniera innovativa le eccellenze che rendono l’Italia famosa nel mondo”.

A marzo 2015, LVenture Group e Italian Brand Factory avevano già concluso un’operazione di co-investimento per complessivi 500.000 Euro in Re-Bello, azienda altoatesina che sviluppa, produce e commercializza abbigliamento sostenibile realizzato con tessuti altamente innovativi, prodotti attraverso l’unione di fibre naturali.

Per Domenico Laudonia, Co Founder e Managing Partner di Italian Brand Factory – “Italian Brand Factory supporta brillanti imprenditori nei settori Fashion Food e Design, investendo sul loro sogno e sulle loro capacità di voler affermare sui mercati globali proposizioni di business ad alto contenuto di innovazione. In poco meno di 12 mesi abbiamo perfezionato 4 operazioni tutte in forte crescita, e contiamo di effettuarne almeno un paio entro fine anno: è la prova concreta del grande potenziale che abbiamo qui in Italia e che ci viene riconosciuto internazionalmente”.

LVenture Group ha fino ad oggi ha investito oltre 3,7 milioni di euro, detiene un portafoglio di 33 startup e ha contribuito a creare, attraverso l’acceleratore LUISS ENLABS, oltre 300 posti di lavoro. Inoltre, ha stretto diverse partnership con co-investitori e gli investimenti realizzati insieme a terzi hanno un valore totale di oltre 13 milioni di euro.

Eventi digitali da non perdere dal 22 al 28 luglio

Dalla presentazione del libro Viral Marketing a Firenze al Campus Party a Milano passando per il Design Sprint e Meet The Media Guru: tutti gli eventi digitali da non perdere segnalati da Andrea Romoli

N26 raccoglie 470 milioni di dollari

Continua l’ascesa di N26. A seguito del nuovo round di finanziamenti, la banca mobile tedesca, è ora valutata 3,5 miliardi di dollari. A inizio gennaio presentava una valutazione di 2,7 miliardi di dollari

Google insieme a Fondazione Agnelli per la didattica digitale

Lo scopo dell’accordo è mettere a punto progetti per costruire insieme ai docenti italiani strategie e pratiche didattiche innovative con strumenti digitali. L’intervista a Andrea Gavosto direttore della Fondazione Agnelli

Oppo Reno 5G anche in Italia, su rete TIM

Il top di gamma dei cinesi conta su un display da 6,6 pollici, triplo obiettivo posteriore e camera frontale a scomparsa. La batteria promette bene ma tutto passa dalla connettività 5G. Prezzo in linea con la concorrenza

Israele, le opportunità per le startup italiane

Considerata la Startup Nation per eccellenza, Israele incentiva lo sviluppo di startup sul suo territorio e la cooperazione internazionale. Ecco quello che c’é da sapere se si vuole collaborare con Tel Aviv