What a Space, il marketplace dei professionisti

La community web che ti trova lo spazio per ogni occasione

(Comunicato Stampa) – What a Space è un marketplace di spazi per temporary shop ed eventi, animato da una community di aziende, creativi e professionisti che vogliono promuovere la propria azienda e i propri prodotti/servizi nel mondo reale.
Il mondo del business è sempre più concentrato sull’online, ma ancora più del 90% delle vendite e degli affari accadono offline.
What a Space vuole rivoluzionare il modo in cui oggi il mondo B2B gestisce i propri canali di vendita e promozione offline.
Come si può vedere camminando per le strade di qualunque città il modello degli affitti a lungo termine nel settore commerciale è in forte crisi: noi crediamo che il concetto di temporary sia il futuro del retail e della promozione offline.
What a Space è lo strumento più semplice ed efficace per avere lo spazio giusto al momento giusto.
Chiunque in possesso di uno spazio può creare autonomamente un annuncio sulla piattaforma ed entrare in contatto diretto con le persone che cercano un posto dove fare un temporary shop, il proprio evento aziendale, un photoshooting, un corso di cucina, una riunione e qualunque genere di attività commerciale.
Attraverso la rete di partner, diventa facilissimo prenotare i servizi accessori necessari (catering, deejay, allestitori, ecc.).

La vision di What a Space è quella di aiutare aziende, creativi e professionisti a creare e realizzare i più bei concept di business offline e creare una community che produca e condivida continuamente nuove esperienze, in modo tale da creare un ecosistema che funga da continua fonte di ispirazione.

fondatori2

What a Space nasce da un percorso imprenditoriale che inizia nel 2011, quando i fondatori, Andrea e Daniela, avviano [im]possible living, un progetto web il cui focus è la rivalutazione del patrimonio mondiale di edifici abbandonati. Il tema di fondo è l’ottimizzazione dell’uso dello spazio: gli edifici abbandonati stimati sono decine di milioni in Europa e la chiave di volta per la soluzione del problema sta nel vedere gli edifici abbandonati come una risorsa da valorizzare.
A seguito di questa intuizione inizia lo sviluppo di un prodotto per la nascita e la crescita di una community mondiale, unita dall’obiettivo di mappare e riattivare milioni di edifici abbandonati.

What a Space funziona secondo un elementare principio win-win di condivisione dello spazio che permette:
· a chi ha bisogno di uno spazio (Space User) di trovare lo spazio adatto per ogni occasione
· a chi possiede uno spazio (Space Owner) di tenere lo spazio sempre vivo e attivo, potendo differenziare la propria offerta a seconda delle situazioni e del periodo dell’anno.
L’accesso e la consultazione di What a Space sono completamente gratuiti.
Si entra e si possono consultare centinaia di annunci filtrandoli per prezzo, servizi disponibili e molto altro. Una volta trovati gli spazi più adatti si possono mandare delle richieste gratuite ed entrare in contatto diretto con i proprietari per chiedere maggiori informazioni ed eventualmente prenotare lo spazio.
La piattaforma si pone nel mezzo, assicurando le parti sullo stato dei pagamenti, sulle condizioni degli spazi e su altri aspetti che permettono di costruire un rapporto di fiducia reciproco.
In caso di affitto andato a buon fine What a Space trattiene una percentuale della transazione.
What a Space propone allo Space User anche alcuni servizi accessori, rispondendo all’esigenza degli utenti del sito, di avere un pacchetto completo di servizi per il setup del temporary shop o l’organizzazione dell’evento.
What a Space è attivo a Milano e in diverse province lombarde. A maggio 2015 il servizio è stato lanciato a Rimini e in Riviera
Romagnola . What a Space ha avviato il processo di espansione geografica e prossimamente sarà disponibile nelle principali città
italiane.

Gli studenti di Benevento conquistano il terzo posto nella competizione europea di educazione imprenditoriale

Con la loro startup Farm Animal Trade, gli studenti dell’ITIS Lucarelli di Benevento si aggiudicano la medaglia di bronzo della Junior Achievement Europe Company of the Year Competition, la competizione europea di educazione imprenditoriale

Canon affida al crowdfunding la sua nuova action cam indossabile

Non solo le startup, ma anche i colossi si affidano al crowdfunding. E’ il caso di Canon che ha scelto di affidare la nascita della nuova camera ultracompatta e indossabile a una campagna di crowdfunding su Indiegogo, che nel giro di poco va in sold out

Israele, le opportunità per le startup italiane

Considerata la Startup Nation per eccellenza, Israele incentiva lo sviluppo di startup sul suo territorio e la cooperazione internazionale. Ecco quello che c’é da sapere se si vuole collaborare con Tel Aviv