20 milioni alle startup del food dal ministero dell’agricoltura

L’annuncio è stato dato nell’ambito dell’iniziativa che si è svolta a Expo2015 su “Startup e innovazione” a cui ha partecipato anche Italia Startup

(Comunicato Stampa) 10 luglio 2015 – Ci sono 20 milioni di euro che il Ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina dedica a un fondo per lo sviluppo di startup nel settore agro alimentare. L’annuncio è stato dato nell’ambito dell’iniziativa che si è svolta a Expo su “Startup e innovazione” a cui ha partecipato Italia Startup che si è resa disponibile a collaborare con le strutture preposte dal Ministero a selezionare i progetti imprenditoriali più innovativi e meritevoli attivi nel comparto. “Il dialogo tra privato e pubblico è fondamentale per lo sviluppo delle nuove imprese innovative nel nostro Paese. Italia Startup vuole svolgere un ruolo chiave in questo senso, nell’interesse dell’Italia e non solo del nostro ecosistema, promuovendo l’adozione delle buone pratiche internazionali e valorizzando le competenze presenti in Italia con pluriennale esperienza” ha detto Marco Bicocchi Pichi, presidente di Italia Startup.

La spinta innovativa portata dai nuovi imprenditori può essere una leva decisiva per portare nuovi processi e nuovi prodotti dentro al sistema industriale italiano, del Made in Italy ma non solo. “Il nostro slogan è “rendere innovative le grandi imprese e rendere grandi le imprese innovative”. Se questa contaminazione virtuosa dovesse funzionare, ne beneficerebbe tutto il sistema economico e industriale. Incluso il mondo agricolo e della produzione alimentare, filiera fondamentale del nostro sistema produttivo”, ha proseguito Bicocchi Pichi. “Positiva, oggi, nella cornice di Expo l’apertura del fondo da 20 milioni di euro annunciata dal Ministro Martina. È un segnale di attenzione cui come associazione dell’ecosistema startup ci rallegriamo in particolare per la scelta di operare in matching con soggetti investitori privati. Siamo a disposizione per contribuire come hub che dialoga con tutti gli stakeholder alla definizione di un modello di buone pratiche in una collaborazione con la domanda dell’open innovation proveniente dalla filiera agroalimentare, facendo in questo modo sistema.

Italia Startup è l’associazione no profit e sopra le parti che rappresenta l’ecosistema delle startup italiane, allargato a tutti i soggetti, privati e pubblici – nuove imprese innovative, incubatori e acceleratori di startup, investitori, aziende ed enti – che ne agevolano la valorizzazione, la visibilità e la crescita, credendo nella creazione di un nuovo tessuto imprenditoriale italiano. Punta a diffondere la passione del fare impresa e a promuovere la cultura dell’intraprendere. In particolare il suo obiettivo è far conoscere e valorizzare le giovani iniziative imprenditoriali, avvicinandole al consolidato mondo dell’industria italiana, oltre che agli investitori internazionali e nazionali, per rafforzare e rendere più competitivo l’intero ecosistema italiano.

L’Italia al penultimo posto in Europa per occupazione femminile. Il cambiamento passa dalle Role Model

Favorire il ruolo delle donne nei settori più tecnologici di mercato e rendere il mondo del lavoro a misura di conciliazione casa/lavoro sono sfide che si possono vincere. Le iniziative di Federmanager e l’esempio di ALD Automotive

DressYouCan: noleggiare abiti è cool e fa bene al pianeta

Il fashion renting nasce negli USA e conquista anche Regno Unito e Cina e arriva in Italia, paese d’alta moda. Un business che nel 2023 si stima raggiungerà 2 miliardi di dollari. A Milano c’è DressYouCan, con showroom e consulenti

Laurea in Intelligenza Artificiale e Master in Cyber Security. Come cambia l’Università

Il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione (DII) dell’Università di Pisa è un Centro di eccellenza per la ricerca e l’istruzione superiore nel campo dell’Information and CommunicationTechnology (ICT), Robotica e Bioingegneria. L’intervista al professor Giuseppe Anastasi

I robot modulari del MIT non hanno limiti

Piccoli robot in grado di assemblarsi per costruire robot più grandi. Un modo innovativo per progettare robot sempre più complessi, rendendo più economica la robotizzazione della nostra civiltà

Gelato: attesi ritorni, gusti strani e un pizzico di tech

Dal gusto ramen a quello medusa, passando per il ritorno del ghiacciolo Arcobaleno e le gelaterie cashless. Tutte le novità e le chicche che possiamo trovare in coni e coppette, in Italia e all’estero

Social Academy, la prima piattaforma in lingua italiana di educational marketing è su CrowdFundMe

Finisce domani la campagna di crowdfunding. Social Academy, che ha ricevuto due anni fa un investimento di oltre 500mila euro, conta una community di 70.000 iscritti, 500 school e trainer, ha venduto oltre mille corsi e fatturato oltre 400mila euro.