Ecco il primo acceleratore europeo di startup «elettroniche»

SPACELAB è il primo acceleratore europeo di elettronica di consumo nel settore retail, e i trova a Monaco, in Baviera. Ecco di cosa si tratta

SPACELAB è il primo acceleratore europeo di elettronica di consumo nel settore retail e nasce grazie alla volontà di Media – Saturn. Si trova a Monaco, in Baviera. Attraverso SPACELAB l’azienda  investirà in startup a 360°, offrendo agli startupper l’opportunità di sviluppare ulteriormente i propri prodotti o servizi per quanto riguarda la strategia, il marketing, le vendite, le infrastrutture e altri aspetti per un periodo di 20 settimane. Inoltre in SPACELAB le startup selezionate avranno a disposizione esperti provenienti dal management di Media-Saturn, dalla finanza & pianificazione (Ernst&Young), alla strategia di marketing (Serviceplan) e alla gestione della supply chain (Barkawi Management Consultants) fino al know-how relativo alla quotazione nel commercio al dettaglio (Media-Saturn) e alla fidelizzazione dei clienti (PAYBACK).

SPACELAB-munich

L’innovazione nel retail è sempre stata oggetto di attenzione per iniziative pioneristiche e finalmente anche l’elettronica di consumo si è aperta all’open innovation. Le aspettative sono alte da parte del Gruppo: «sappiamo che ci sono innumerevoli fondatori di startup in cerca di successo con grandi idee nel mondo dell’elettronica di consumo al dettaglio», ha commentato Martin Sinner, fondatore di Idealo e manager sia dell’Electronic Online Group e dello SPACELAB di Media-Saturn. SPACELAB fungerà inoltre da business school per i giovani imprenditori dove gli startupper potranno fare propri gli strumenti per avviare con successo la fase di sviluppo della loro azienda.

I prerequisiti per partecipare all’acceleratore SPACELAB sono un minimo di idea di prodotto o modello di business realizzabile, un team di sturtupper completo e la rilevanza per il mercato retail dell’elettronica di consumo. Il primo programma SPACELAB (chiamato “batch”) sarà lanciato a metà novembre 2015. Le domande per partecipare al programma possono essere presentate al sito.

Ti potrebbe interessare anche

Cosa manca all'Europa dell'innovazione (e cosa sta cambiando)

Frammentata, con pochi capitali e con una cultura imprenditoriale molto diversa da quella degli Stati Uniti. Anche in Europa, però, si vuole cambiare rotta e oggi verrà presentata la Startup Europe Partnership

Così Stoccolma è diventata la capitale delle startup europee

Un reportage del Telegraph racconta come Stoccolma negli anni abbia puntato sul digitale e contribuito a far crescere un’ecosistema d’eccellenza in Europa. Ne abbiamo sintetizzato le cause

Il regno degli Unicorni (dove sono e cosa fanno le one billion startup europee)

Le startup che hanno una valutazione superiore al miliardo sono in aumento. E non solo in Silicon Valley. Europa e Cina seguono a ruota. Le prossime? Per Atomico verranno da sanità, istruzione e immobiliare

Kostyál (Nasdaq): «Il maggior freno dell’Italia? Una scarsa cultura del mercato delle equity»

Intervista al responsabile del listino tecnologico europeo che racconta delle difficoltà e delle potenzialità delle digital company europee. E annuncia: presto un’Ipo di una startup italiana nel settore bioet

Wolf Cukier, stagista 17enne scopre un pianeta dopo 3 giorni di tirocinio alla Nasa

Si chiama Wolf Cukier, lo studente liceale di New York che quest’estate ha iniziato un tirocinio al Goddard Space Flight Center della Nasa, e, mentre analizzava le informazioni di un satellite, ha scoperto un nuovo pianeta: TOI 1338 b (il tutto dopo appena tre giorni di stage)

Staminali come Lego. Una macchina sceglie i mattoncini giusti

STEM SEL ha realizzato Celector, una strumentazione in grado di selezionare queste cellule per ricerca e clinica. Lo scorso anno ha chiuso due campagne da oltre mezzo milione

Telepass Pay Next, una mossa verso un ecosistema aperto

Una call per startup, il vincitore scelto a Milano. Il CEO Gabriele Benedetto: “Ragioniamo con una logica inclusiva, a vantaggio dei nostri clienti”