Premiati i vincitori del VJ Acceleration Program

Le due migliori imprese innovative scelte dal programma internazionale di accelerazione organizzato da JCube parteciperanno all’Investment Summit di Corfù

(Comunicato Stampa) – Si è concluso il VJ Acceleration Program, il programma internazionale di accelerazione di startup innovative organizzato da JCube, incubatore del Gruppo Industriale Maccaferri, in partnership con Vertis SGR, società di venture e growth capital per investimenti in imprese innovative.

A seguito di una call, JCube e Vertis hanno selezionato 14 startup della macro-area adriatica che, nel periodo da luglio a settembre, hanno partecipato a un percorso di alta formazione con docenti internazionali, potendo inoltre beneficiare di occasioni di confronto e approfondimento con mentor e professionisti dell’innovazione e del supporto “one-to-one” degli studenti del MIB School of Management di Trieste.

Durante il Demo Day, svoltosi il 18 settembre presso JCube, le startup finaliste hanno presentato la propria impresa, sotto forma di pitch, di fronte al pubblico e a una giuria di investitori e soggetti attivi nello sviluppo dell’imprenditoria innovativa.
Grande l’adesione di primari operatori in ambito finanziario (Unicredit / Intesa Sanpaolo / Banca Marche / Fondo Panakès / Fondo Quadrivio-TTVenture / dPixel / Fondo Vertis / Italian Angels for Growth / IBAN), del mondo corporate (CLN Group / Electrolux), e dell’ecosistema imprenditoriale a cominciare dal Presidente di JCube, Massimo Maccaferri.

Lo stesso Massimo Maccaferri ha dichiarato: «Il VJ Acceleration Program è un altro passo importante nell’attività di JCube. Siamo molto soddisfatti per il livello di collaborazione con il partner di progetto e per la qualità del lavoro di accompagnamento alle startup selezionate, che oggi hanno avuto la possibilità di presentarsi e confrontarsi con importati realtà imprenditoriali e finanziarie».

VJ Acceleration Program

La giuria ha decretato i due vincitori – le due migliori imprese innovative che parteciperanno all’Investment Summit di Corfù, in ottobre, insieme ad altre startup selezionate negli paesi dell’area Adriatica:

DB Glove, realtà operativa tra Bari e Berlino, ha progettato e realizzato un dispositivo indossabile che digitalizza alfabeti tattili utilizzati dalle persone cieche e sordo-cieche (e.g., Malossi e Braille) per consentire loro di usare uno smartphone per interagire con il mondo;

Aesis Therapeutics, attiva nel settore farmaceutico, è impegnata nello sviluppo clinico di nuovi candidati farmaci proprietari in ambito oncologico.

Interessanti e innovative tutte le startup che hanno partecipato al VJ Acceleration, attive in settori quali wearable technologies, energie rinnovabili, farmaceutico, dispositivi anticontraffazione, piattaforme social, ICT e biotech, solo per citare alcuni ambiti.

Il VJ Acceleration Program, è stato realizzato con il contributo del Progetto Pacinno “Platform for trans-Academic Cooperation in Innovation” all’interno dal Programma IPA Adriatic CBC 2007-2013 (UE – FESR), profilandosi come un programma di accelerazione internazionale capace di collegare l’ecosistema startup dell’area Adriatica.

Gli studenti di Benevento conquistano il terzo posto nella competizione europea di educazione imprenditoriale

Con la loro startup Farm Animal Trade, gli studenti dell’ITIS Lucarelli di Benevento si aggiudicano la medaglia di bronzo della Junior Achievement Europe Company of the Year Competition, la competizione europea di educazione imprenditoriale

Canon affida al crowdfunding la sua nuova action cam indossabile

Non solo le startup, ma anche i colossi si affidano al crowdfunding. E’ il caso di Canon che ha scelto di affidare la nascita della nuova camera ultracompatta e indossabile a una campagna di crowdfunding su Indiegogo, che nel giro di poco va in sold out

Israele, le opportunità per le startup italiane

Considerata la Startup Nation per eccellenza, Israele incentiva lo sviluppo di startup sul suo territorio e la cooperazione internazionale. Ecco quello che c’é da sapere se si vuole collaborare con Tel Aviv