King Digital di Riccardo Zacconi venduta per 5.9 miliardi ad Activision

King Digital, la società che produce Candy Crush Saga di Riccardo Zacconi, è stata venduta per 5.9 miliardi ad Activision, la società USA di Call of Duty

E’ il secondo unicorno fatto da un italiano. Se il primo è Yoox, di Federico Marchetti, King Digital di Riccardo Zacconi, 47 anni, romano, presidente e Ceo dell’azienda che ha sede a Londra risiede stabile al secondo posto. E questo unicorno, da dove è nato uno dei giochi più popolari in circolazione come Candy Crash Saga, è stato venduto per la cifra da capogiro di 5.9 miliardi di dollari alla Activision, la società di videogiochi statunitense che produce Call of Duty e Word of Warcraft. Oggi di fatto possiede tre dei giochi più popolari in circolazione. La notizia è stata riportata oggi dal quotidiano finanziario inglese Financial Times.

riccardo-zacconi

La cifra implica che Activision ha pagato King Digital qualcosa come 18 dollari per azione. L’operazione consentirà a Activision di diversificare l’offerta di videogiochi in portfolio. Ed è un’ulteriore conferma di quanto significhi il mobile per le aziende di videogiochi oggi. Invece di crearne di propri, Activision ha deciso di gettarsi sul sicuro e acquisire una società che ne ha già creati diversi. Oltre Candy Crash infatti è di King Digital anche Farm Hero.

Nel 2013 Chefuturo! ha inserito Zacconi tra i 100 innovatori dell’anno. La motivazione è in questa descrizione del papà di Candy Crash: «Se contassero solo i soldi non ce ne sarebbe per nessuno: sarebbe lui il re dell’anno. Del resto la sua società si chiama King e il Guardian lo ha appena messo tra i 100 personaggi del 2013 (al 56esimo posto). Merito di Candy Crush Saga e di altri giochini simili che girano su Facebook: ogni giorno nel mondo si fanno un miliardo di partite made in King. E lui incassa. Zacconi è romano, ha 46 anni, è a Londra dal 2001. Ne sentiremo parlare ancora tanto». Una promessa mantenuta.

[Post in progress. Aggiornamenti a breve sull’exit e la storia di Riccardo Zacconi e King Digital]

Arcangelo Rociola
@arcamasilum

Eventi digitali da non perdere dal 22 al 28 luglio

Dalla presentazione del libro Viral Marketing a Firenze al Campus Party a Milano passando per il Design Sprint e Meet The Media Guru: tutti gli eventi digitali da non perdere segnalati da Andrea Romoli

N26 raccoglie 470 milioni di dollari

Continua l’ascesa di N26. A seguito del nuovo round di finanziamenti, la banca mobile tedesca, è ora valutata 3,5 miliardi di dollari. A inizio gennaio presentava una valutazione di 2,7 miliardi di dollari

Google insieme a Fondazione Agnelli per la didattica digitale

Lo scopo dell’accordo è mettere a punto progetti per costruire insieme ai docenti italiani strategie e pratiche didattiche innovative con strumenti digitali. L’intervista a Andrea Gavosto direttore della Fondazione Agnelli

Oppo Reno 5G anche in Italia, su rete TIM

Il top di gamma dei cinesi conta su un display da 6,6 pollici, triplo obiettivo posteriore e camera frontale a scomparsa. La batteria promette bene ma tutto passa dalla connettività 5G. Prezzo in linea con la concorrenza

Israele, le opportunità per le startup italiane

Considerata la Startup Nation per eccellenza, Israele incentiva lo sviluppo di startup sul suo territorio e la cooperazione internazionale. Ecco quello che c’é da sapere se si vuole collaborare con Tel Aviv