Cineca cerca il nuovo Direttore Generale. Qui per candidarsi

Cineca è un Consorzio Interuniversitario senza scopo di lucro formato da 70 università* italiane, 4 Enti di Ricerca Nazionali e il MIUR

Cineca è un Consorzio Interuniversitario senza scopo di lucro formato da 70 università italiane, 4 Enti di Ricerca Nazionali e il MIUR. Costituito nel 1969, oggi il Cineca – Consorzio Interuniversitario è il maggiore centro di calcolo in Italia, uno dei più importanti a livello mondiale.
Operando sotto il controllo del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, offre supporto alle attività della comunità scientifica tramite il supercalcolo e le sue applicazioni, realizza sistemi gestionali per le amministrazioni universitarie e il MIUR, progetta e sviluppa sistemi informativi per pubblica amministrazione, sanità e imprese.
Con sedi a Bologna, Milano e Roma e oltre 700 dipendenti, il Cineca opera al servizio di tutto il sistema accademico, dell’istruzione e della ricerca nazionale.

Nell’ ambito di un piano di avvicendamento dei vertici operativi, ricerca un Direttore Generale

Cineca

Profilo di riferimento

“Vorremmo entrare in contatto con persone in possesso di un solido e completo profilo manageriale, consolidato attraverso un’ampia e approfondita esperienza in ruoli direzionali, nella gestione di organizzazioni complesse ad alto contenuto professionale; vorremmo riscontrare solide competenze economico-finanziarie e di gestione e sviluppo di strutture complesse, composte da professionalità, sia tecniche che gestionali, elevate e fortemente radicate”.
Nell’esperienza maturata risultano distintive le attività e i risultati ottenuti, in posizioni mission critical, in contesti sia nazionali sia internazionali, in organizzazioni impegnate nello sviluppo di tecnologie avanzate e preferibilmente, pur non necessariamente, nel trasferimento applicativo di tecnologie.
La padronanza della lingua inglese è un naturale strumento di relazione.

Capacità e conoscenze richieste

Oltre alle competenze più generali risultano di particolare importanza capacità e conoscenze collegate a
· visione sistemica e capacità proattiva di guidare il cambiamento;
· ideazione, sostegno e gestione dell’innovazione;
· programmazione e controllo delle attività;
· gestione e crescita di strutture e di collaboratori con elevato livello professionale;
· costruzione e gestione di reti relazionali, sia verso l’ interno sia verso l’esterno dell’organizzazione;
· gestione di complesse situazioni relazionali e organizzative;
· conoscenza della legislazione sugli appalti e della contrattualistica in ambito pubblico e privato.
Al ruolo sarà richiesto un importante contributo strategico e organizzativo oltre che il presidio del business di competenza.

Sede di lavoro: Bologna.

Qui per candidarsi.

Smart working, cosa cambia dal 16 ottobre per chi ha figli in quarantena

La comunicazione “semplificata” che regola le disposizioni da seguire per mamme e papà in lavoro agile con figli in isolamento terminerà il prossimo 15 ottobre. Se la fine del periodo emergenziale verrà confermata, ci si dovrà attenere ai termini “standard”

TIM e Università di Padova, la collaborazione contro il digital divide

Un’intesa per la distribuzione di 48 mila SIM e altrettanti modem LTE da destinare agli studenti, in vista dell’inizio delle lezioni, che si svolgeranno prevalentemente in forma mista

Doppio Malto vola alto, 16 milioni di fatturato e nuovi locali in vista

Il birrificio, nato a Erba nel 2004, è in continua crescita. Oltre all’aumento di fatturato, l’azienda ha aperto la prima birreria fuori Italia e si prepara a lanciarsi anche sul mercato britannico