Invitalia Ventures investe nelle prime tre startup 3,5 milioni

Invitalia Ventures ha appena annunciato i primi 3 investimenti. E un quarto in arrivo. Si tratta di 3,5 milioni in startup, al 25% con altri investitori, per un totale di 14 milioni

Lo avevano annunciato dal profilo Twitter ufficiale di Invitalia Ventures: «Il cda ha approvato i primi 3 investimenti» preannunciando che sarebbero potuti diventare 4. «Shortly». E sono diventati 4 appunto. Da quanto risulta a StartupItalia! si tratta di investimenti complessivi da 3,5 milioni di euro in 4 startup. Investimenti fatti con altri investitori privati, come nella natura del fondo guidato da Salvo Mizzi. Ancora top secret i nomi. Il perché è presto detto.

Gli investimenti sono in fase di closing, e i più sgamati sapranno che in questa fase tutto può saltare all’ultimo momento. Secondo quanto risulta a StartupItalia si tratta di investimenti fatti al 25% con altri investitori. Per un importo complessivo di circa 14 milioni  di euro. Di fatto una bella leva per l’ecosistema se si considera che l’anno scorso gli investitori istituzionali in Italia hanno investito circa 64 milioni di euro (dati Italia Startup), rappresentando quasi il 25% degli investimenti nel 2014.

Arcangelo Rociola
@arcamasilum

Per approfondire:

1) Nasce Invitalia Ventures, un fondo da 50 milioni per le startup italiane

2) Invitalia Ventures sarà guidato da Salvo Mizzi, perché è l’uomo giusto 

3) Invitalia Ventures fa en plain degli investitori italiani

eTwinning Indire: in Italia record di iscritti per il gemellaggio elettronico

Sono più di 10mila gli insegnanti italiani iscritti nel 2019 ai gemellaggi elettronici eTwinning, la piattaforma europea che dal 2005 mette in contatto insegnanti e classi per fare didattica in modi innovativi, sfruttando le nuove tecnologie

Tracciabilità agroalimentare, Lombardia lancia la sua blockchain

Regione Lombardia ha lanciato una propria piattaforma per la tracciabilità tramite blockchain di carne e latte. E ora apre una consultazione pubblica per aprirsi a terzi