Paesà

La piattaforma digitale dedicata al turismo artigiano, che connette viaggiatori desiderosi di imparare attività tradizionali e residenti con conoscenze da insegnare

In una regione come la Campania che vede nel “terzo settore” una risorsa determinante della propria economia, Paesà si propone come piattaforma digitale dedicata al turismo artigiano, con la finalità di connettere viaggiatori desiderosi di imparare attività artigianali, tradizionali e residenti con le giuste conoscenze da insegnare. Una soluzione di e-commerce dove trovare workshop e corsi pratici per condividere esperienze: dal laboratorio per fare dolci tradizionali, alla simulazione di scavo archeologico, dalla raccolta delle olive fino ad arrivare alla preparazione di conserve di pomodori; Paesa’ è il posto giusto dove cercarla ispirandosi ad un concept molto chiaro: “non ci sono estranei, ma solo amici che non hai ancora incontrato”.

Un’esperienza certamente suggestiva, un modo nuovo e totalmente diverso di viaggiare passando dal “consumare” al “fare”. L’utente può scegliere il workshop da seguire nelle categorie Food, Rural, Artisan, Histori, Kids, poi sceglie tutor, data e lingua e infine prenota online il corso in pochi semplici click. A quel punto non resta che preparare le valigie e partire, considerando che i workshop sono calendarizzati in base alle disponibilità di chi offre i servizi e alla stagionalità tipica delle attività.

“La nostra idea si ispira al concetto di sharing economy basata sulle competenze umane, all’insegna del saper fare qualcosa volendo condividerla – commenta Francesco Domenico D’Auria, fondatore di Paesà assieme ad Annapaola Di Paolo, Vincenzo Puzone e Pier Paolo Di Lorenzo -. La partecipazione al Creative Clusters di Sviluppo Campania è stata molto importante perché ci ha consentito di misurare la fattibilità concreta del nostro progetto e le nostre aspettative. La durata dei corsi è stata purtroppo breve sebbene molto intensa, e finalmente abbiamo avuto l’opportunità di fare lezioni one-to-one con tutor che hanno studiato il nostro progetto ed espresso i loro dubbi per farci crescere. Sul business plan, ad esempio, eravamo carenti, ma dopo questa esperienza ci siamo rafforzati e molti aspetti sono più chiari”.

L’Italia al penultimo posto in Europa per occupazione femminile. Il cambiamento passa dalle Role Model

Favorire il ruolo delle donne nei settori più tecnologici di mercato e rendere il mondo del lavoro a misura di conciliazione casa/lavoro sono sfide che si possono vincere. Le iniziative di Federmanager e l’esempio di ALD Automotive

DressYouCan: noleggiare abiti è cool e fa bene al pianeta

Il fashion renting nasce negli USA e conquista anche Regno Unito e Cina e arriva in Italia, paese d’alta moda. Un business che nel 2023 si stima raggiungerà 2 miliardi di dollari. A Milano c’è DressYouCan, con showroom e consulenti

Laurea in Intelligenza Artificiale e Master in Cyber Security. Come cambia l’Università

Il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione (DII) dell’Università di Pisa è un Centro di eccellenza per la ricerca e l’istruzione superiore nel campo dell’Information and CommunicationTechnology (ICT), Robotica e Bioingegneria. L’intervista al professor Giuseppe Anastasi

I robot modulari del MIT non hanno limiti

Piccoli robot in grado di assemblarsi per costruire robot più grandi. Un modo innovativo per progettare robot sempre più complessi, rendendo più economica la robotizzazione della nostra civiltà

Gelato: attesi ritorni, gusti strani e un pizzico di tech

Dal gusto ramen a quello medusa, passando per il ritorno del ghiacciolo Arcobaleno e le gelaterie cashless. Tutte le novità e le chicche che possiamo trovare in coni e coppette, in Italia e all’estero

Social Academy, la prima piattaforma in lingua italiana di educational marketing è su CrowdFundMe

Finisce domani la campagna di crowdfunding. Social Academy, che ha ricevuto due anni fa un investimento di oltre 500mila euro, conta una community di 70.000 iscritti, 500 school e trainer, ha venduto oltre mille corsi e fatturato oltre 400mila euro.