Venture UK ancora sul fintech italiano. 4,5 milioni a Smartika

L’operazione, già autorizzata da Banca d’Italia, è stata coordinata dalla Hamilton Ventures di Londra. Le nuove risorse saranno utilizzate per la crescita e per consolidare la leadership di Smartika nel Peer to Peer Lending in Italia

La piattaforma di Social Lending italiana Smartika annuncia un aumento di capitale a 4.520.000 di euro. L’operazione, già autorizzata da Banca d’Italia, è stata coordinata dalla Hamilton Ventures di Londra, boutique di Merchant Banking focalizzata su investimenti nei settori Tech e FinTech e vigilata dal Financial Conduct Authority (FCA).

Le nuove risorse disponibili saranno utilizzate per gli investimenti necessari alla crescita e per consolidare la leadership di Smartika nel Peer to Peer Lending in Italia, il modo alternativo di richiedere prestiti e prestare denaro tra privati.

smartika

«Le nuove forme dell’economia e della finanza, basate sul connubio internet-condivisione, stanno prendendo piede anche nel nostro paese e, in un momento in cui le erogazioni di prestiti personali ammontano a 25 miliardi di euro di cui 1,3 miliardi viene concesso online, pensare che l’erogato complessivo dei prestiti tra privati potrà espandersi nei prossimi 2-3 anni fino a quota 300 milioni di euro è più che realistico» ha commentato Maurizio Sella, Presidente di Smartika.

L’aumento di capitale è stato anche l’occasione per la definizione e ufficializzazione della nuova Governance di Smartika: Presidente del Consiglio di Amministrazione il fondatore Maurizio Sella, Amministratore Delegato Luciano Manzo.

Consiglieri di amministrazione: Tommaso Pompei, Gustavo Perrotta, Pierluigi Loy Donà, Stephen Andrew Fitch, Pierpaolo Guzzo.

«Le nuove risorse di cui Smartika da oggi potrà beneficiare grazie a questo importante aumento di capitale» aggiunge l’Amministratore Delegato Luciano Manzo «sono volte a consolidare la leadership della nostra piattaforma per prestiti tra privati rafforzandone la struttura organizzativa, in particolare attraverso il potenziamento dell’area IT, delle aree Credito, Comunicazione e Marketing».

«Una realtà estremamente interessante e certamente ‘disruptive’ nel settore finanziario, con alla guida un Management team di provata esperienza. Con grande entusiasmo siamo al fianco di una società in costante crescita e con prospettive importanti» ha commentato Gustavo Perrotta, CEO di Hamilton Ventures.

Smartika annuncia così l’inizio di un nuovo corso, volto a diffondere e promuovere anche in Italia la cultura del Social Lending, verso l’abbandono delle tradizionali forme di intermediazione e nell’ottica di una maggiore efficienza e convenienza per tutte le parti in gioco.

«Lo smart working richiede un nuovo ecosistema lavorativo»

L’intervista a Marco Russomando, Head of Human Resources di illimity. «L’errore più grave sarebbe considerare il lavoro agile come misura d’emergenza»

Se l’open-innovation va a nozze con il Terzo Settore. Il modello della nuova impresa sociale

Già oggi esistono 15.000 imprese sociali, ma secondo l’Istat ma il numero potrebbe essere molto più alto nel prossimo futuro. Il risultato di questa grande trasformazione interna è che oggi dei 70 miliardi di euro generati in ambito nonprofit 50 sono “market oriented”. Non male per un settore solitamente rappresentato come dipendente da enti pubblici e da contributi una tantum