Mangatar lancia il suo primo videogioco italiano

Il gioco, dal titolo “Slybots: Frantic Zone”, è stato realizzato da Team Error e verrà lanciato il 18 gennaio

Presentato ufficialmente a ottobre scorso, il progetto Smart Publishing Hub di Mangatar accoglie il primo titolo Slybots: Frantic Zone, un local shooter multiplayer per PC reinventato con meccaniche stealth.

Il gioco è stato realizzato da Team Error, una piccola realtà indie di gran pregio composta da Ciro Continisio, Ennio Pirolo e Joakim Karlberg. Con l’obiettivo di creare un network altamente selezionato, Mangatar individua i migliori team indipendenti sulla scena italiana ed europea e sceglie di investire su prodotti con un potenziale brillante.

mangatar

Andrea Postiglione, CEO di Mangatar, spiega le ragioni della scelta: «Slybots mi ha colpito fin dall’inizio: nonostante fosse un prototipo, era già in grado di esprimere il suo valore. Non potevamo fare una scelta migliore per il debutto del nostro Smart Publishing Hub. Abbiamo lavorato a stretto contatto con Team Error per portare finalmente al grande pubblico questa piccola perla e vederla crescere nei prossimi mesi anche grazie ad una serie di novità che abbiamo in cantiere».

Slybots: Frantic Zone è un titolo rilasciato su Steam in Early Access da luglio 2015. Inizialmente chiamato Fatal Error, il gioco ha attraversato un’articolata fase di polishing che ha portato al cambio del nome, a nuove funzionalità, tra cui una nuova modalità di gioco, e a un piano specifico di go-to-market con il supporto delle professionalità dell’ Hub.

Ciro Continisio, designer di Team Error, dichiara: «Come molti sviluppatori indipendenti scoprono spesso a loro spese, le ultime fasi di sviluppo di un gioco non sono così semplici: il marketing e il lancio poi, sono step cruciali che, se gestiti con poca accortezza, possono pregiudicare le potenzialità di un titolo. Mangatar ci ha fornito un ottimo supporto per completare la realizzazione di Slybots: Frantic Zone. Ora siamo pronti a nuove opportunità».

Il gioco verrà lanciato lunedì 18 gennaio 2016.

L’Italia al penultimo posto in Europa per occupazione femminile. Il cambiamento passa dalle Role Model

Favorire il ruolo delle donne nei settori più tecnologici di mercato e rendere il mondo del lavoro a misura di conciliazione casa/lavoro sono sfide che si possono vincere. Le iniziative di Federmanager e l’esempio di ALD Automotive

DressYouCan: noleggiare abiti è cool e fa bene al pianeta

Il fashion renting nasce negli USA e conquista anche Regno Unito e Cina e arriva in Italia, paese d’alta moda. Un business che nel 2023 si stima raggiungerà 2 miliardi di dollari. A Milano c’è DressYouCan, con showroom e consulenti

Le migliori università in Italia per studiare informatica

Il corso di Laurea in Informatica mira a preparare figure professionali dotate di conoscenze nei vari settori delle scienze e tecnologie dell’informazione. Il Censis recensisce le università migliori in tutta Italia. Ecco le classifiche per lauree triennali e biennali.

Huawei Ascend 910, antipasto AI prima di IFA

Nuovo processore dedicato all’intelligenza artificiale, nuovo framework open source Mindspore per lo sviluppo di algoritmi ad alto tasso di parallelismo. In attesa del SoC per smartphone che sarà lanciato a Berlino

I cartoni animati nel piatto: l’idea creativa di una mamma per traformare il cibo in opera d’arte

Da Spongebob alla regina cattiva di Biancaneve: Laleh Mohmed investe la sua creatività per trasformare i piatti dei suoi bambini in composizioni colorate che si mangiano con il sorriso

Social Academy, la prima piattaforma in lingua italiana di educational marketing è su CrowdFundMe

Finisce domani la campagna di crowdfunding. Social Academy, che ha ricevuto due anni fa un investimento di oltre 500mila euro, conta una community di 70.000 iscritti, 500 school e trainer, ha venduto oltre mille corsi e fatturato oltre 400mila euro.