Idee digitali per l’Expo 2015

Tre i vincitori del Digital Ideas for Expo City 2015. Il turismo sostenibile di Meltin Spot si classifica primo, seguono Tap Together e Good Food

meltin spot 600X400

Soluzioni innovative, basate sulle nuove tecnologie digitali applicabili in ambito urbano e domestico, in grado di incidere positivamente sul territorio e sulla vita delle persone. Queste le linee guida attorno al quale ruota “Digital Ideas for Expo City 2015”, concorso di idee rivolto al mondo della progettazione e del design, promosso da Telecom Italia ed Expo 2015 in collabotazione col mensile Domus.

I tre progetti più innovativi vincitori del concorso sono stati Meltin spot, app dedicata ai servizi per il turismo sostenibile, Tap Together, app per la digitalizzazione dei materiali fieristici. E Good Food, piattaforma social per la ristorazione. Da 6 a 2 mila euro i premi in denaro, l’11 dicembre la premiazione.

Meltin spot, la prima classificata, è un’applicazione per la fruizione di servizi turistici che spaziano dalla ristorazione alla lavanderia, fino al car sharing, offerti da privati cittadini. Il team, che si è aggiudicato un premio di 6 mila euro è guidato da Francesco Mammetti, 27 anni, di Roma. Il progetto prevede un’applicazione per turisti fai da te, al di fuori di un normale circuito commerciale, che stimola l’erogazione di servizi diffusi e il microcredito. Saranno infatti gli abitanti della città a offrire piccoli servizi sul territorio. Tutti coloro che erogano servizi renderanno disponibile in cloud la propria offerta e a fine mese riceveranno un emolumento in base a quanto erogato.

Il secondo classificato è invece il progetto Tap Together ideato da Marco Baldessari, Ebru Boyaci e Marco Cattaneo, una soluzione per la digitalizzazione del materiale fieristico che, attravero delle e-card digitali, rende disponibili su smartphone, brochure ed informazioni promozionali.

Il terzo posto è stato assegnato al progetto Good Food. Questa app punta a creare una piattaforma social dotata di un sistema per la prenotazione dei ristoranti e la condivisione delle relative recensioni, appositamente certificate per l’autentificazione. Il team è guidato da Elisa Segoni, 35 anni di Firenze. In squadra Guido Mengoni e Matteo Casini. Il progetto Good Food permette di fornire recensioni per i servizi di ristorazione di Expo, mediante l’applicazione della piattaforma SocialUp, un sistema integrato di servizi volto a semplificare la vita quotidiana degli utenti, favorendone i rapporti sociali e la coesione.

Ai tre team selezionati verrà offerta la possibilità di sviluppare le proprie proposte all’interno della Digital Smart City di Expo 2015, che Telecom Italia sta realizzando per l’esposizione universale in veste di Global Service Partner.