Eccole: le idee per il futuro

Si è concluso il Premio Marzotto. Vincitrice come Impresa per il futuro: Wearable Light Exoskeleton. Si aggiudica 250mila euro

Attachment-1

La startup Wearable Light Exoskeleton si è aggiudicata il titolo di Impresa per il Futuro messo in palio dalla Fondazione Marzotto. Giunta alla terza edizione, la competizione ha messo sul piatto un montepremi complessivo del valore di 800mila euro. I tre fondatori (e ingegneri meccanici) della startup vincitrice Basilio Lenzo (27 anni) Alessandro Filippeschi (29 anni) e Fabio Salsedo (52 anni) portano a casa un riconoscimento di 250mila euro. Spin off universitario della Scuola Superiore di S. Anna di Pisa, la giovane realtà lavora alla realizzazione di “esoscheletri da indossare, utilizzabili per il supporto alla movimentazione di materiali e per la deambulazione di soggetti disabili o anziani, con conseguente riduzione in campo industriale dell’incidenza di patologie all’apparato muscolo-scheletrico e in campo assistenziale miglioramento del grado di indipendenza dei soggetti interessati”, come recita la presentazione della stessa. Si inserisce in un mercato che, secondo le stime della Comunità europea, deve occuparsi degli almeno 20 milioni di lavoratori che soffrono di malattie all’apparato muscolo-scheletrico derivanti dall’attività professionale.

Gloria anche per Epinova Biotech, marchio legato a idrogel bioattivi capaci di sviluppare sostituiti epiteliali ad uso sanitario per la cura di ulcere e ustioni, che aggiudicata il Premio di 100mila euro per una nuova impresa sociale e culturale.

Di seguito, invece, le startup vincitrici del Premio dall’idea all’impresa riservato agli under 35 precedute dagli incubatori che li affiancheranno nei prossimi passi:

Boox e H-Farm su Intoino, sistema che mira a democratizzare l’innovazione con un kit che permette di costruire, con modalità semplice e intuitiva, un prodotto elettronico intelligente e connesso a internet, senza aver bisogno di un background tecnico.

Fondazione Filarete su Ivtech, tecnologia per la ricerca biologica in vitro per la realizzazione di modelli fisiopatologici umani, da usare per la riduzione dei test sugli animali in vivo, in accordo con le direttive della Commissione europea.

I3P su Neuron Guard, sistema integrato di soccorso e trattamento del danno cerebrale, applicabile già in emergenza, sul luogo dell’evento, con riduzione di danni per i pazienti e di costi per la sanità.

Luiss Enlabs su Condomani, social network che agevola la gestione del condominio mettendo inrete condomini, amministratori, fornitori e professionisti della manutenzione.

M31 su Bike Intermodal, la più avanzata, compatta, leggera “bicicletta pieghevole” a pedalata assistita, realizzata grazie a tecnologie di derivazione automobilistica, nata da una ricerca Ue sulla mobilità sostenibile.

SeedLab su Cell Viewer, dispositivo da banco, un micro-incubatore da porre sotto al microscopio per eseguire un’analisi dinamica, riportata in video, delle singole cellule in seguito a stimoli esterni, che in campo farmaceutico e medico permette di risparmiare su costi e tempistiche.

Talent Garden Padova su Trippete, portale web che mette in contatto piccole realtà locali, vere espressioni del territorio, e viaggiatori curiosi di scoprirlo, che vi possono trovare, prenotare e commentare esperienze turistiche di breve durata, quali tour guidati, degustazioni, itinerari naturalistici ed eventi culturali.

The Hub su Bio Food Corner, chiosco innovativo costruito con materiale eco compatibile, tecnologicamente avanzato, energeticamente autosufficiente, a basso impatto ambientale, con un design semplice e colorato, adibito alla somministrazione di frutta e verdura a “Km 0” in partnership con Coldiretti.

Vega su Biogem.Fra, tecnologia basata su colonie microbiche che riescono a favorire il processo biologico naturale eliminando azioni opposte, utilizzata per risolvere problemi di inquinamento di fiumi, mari, laghi, erosione di isole o spiagge, foci di fiumi con presenza di coeli batteri che creano problemi di balneazione.

Il Premio speciale Unicredit-talento per le idee, nuova categoria di concorso, che mette in palio l’inserimento nel programma di accelerazione dedicato UniCredit, è andato a:

Apx, uno scooter elettrico cabinato a tre ruote, leggerissimo, a emissioni zero, dalle elevate prestazioni in termini di stabilità, autonomia e sicurezza, con interfaccia wireless che integra il sistema di bordo con smartphone e tablet.

Gpseasyboat, imbarcazioni pieghevoli e componibili per il tempo libero e per la pesca, trasportabili in valigia, si montano facilmente senza attrezzi, con il solo uso delle mani. Con questa tecnica innovativa d’assemblaggio si evitano tutti i costi di gestione, quali trasporto su carrello e rimessaggio.

PlumeStar, tecnologia farmaceutica delle polveri antibiotiche per inalazione, con cui preparare medicinali più efficaci e tollerabili grazie all’aumento della quantità di farmaco depositata direttamente sul polmone.

Materiko, materiale innovativo, resistente, adattabile alle più diverse forme, realizzato con una tecnologia produttiva esclusiva ed ecosostenibile (non utilizzando pellami animali riduce il fabbisogno idrico, energetico e le emissioni tossiche), in sostituzione di pellami pregiati, per prodotti dei settori moda e design.

Orange Fiber, tessuto innovativo e sostenibile ottenuto da scarti e sottoprodotti dellʼindustria agrumicola, arricchito grazie alle nanotecnologie di oli essenziali di agrumi che rilasciano sulla pelle vitamina C funzionale al benessere di chi lo indossa.

B10 Mouse, software che, mediante l’uso di dispositivi a basso costo, è in grado di rendere autosufficienti persone disabili, permettendo attraverso la voce, il movimento della testa e degli occhi, di interagire con un computer e altre apparecchiature, come totem pubblici, tv e impianti hi-fi.

E la già citata Bike Intermodal.

Eventi digitali da non perdere dal 22 al 28 luglio

Dalla presentazione del libro Viral Marketing a Firenze al Campus Party a Milano passando per il Design Sprint e Meet The Media Guru: tutti gli eventi digitali da non perdere segnalati da Andrea Romoli

N26 raccoglie 470 milioni di dollari

Continua l’ascesa di N26. A seguito del nuovo round di finanziamenti, la banca mobile tedesca, è ora valutata 3,5 miliardi di dollari. A inizio gennaio presentava una valutazione di 2,7 miliardi di dollari

Google insieme a Fondazione Agnelli per la didattica digitale

Lo scopo dell’accordo è mettere a punto progetti per costruire insieme ai docenti italiani strategie e pratiche didattiche innovative con strumenti digitali. L’intervista a Andrea Gavosto direttore della Fondazione Agnelli

Israele, le opportunità per le startup italiane

Considerata la Startup Nation per eccellenza, Israele incentiva lo sviluppo di startup sul suo territorio e la cooperazione internazionale. Ecco quello che c’é da sapere se si vuole collaborare con Tel Aviv